L’associazione disabili: “Dal Governo nessun provvedimento concreto”

0
310

Trascorso poco più di un anno dall’insediamento di questo governo, CONFAD (coordinamento nazionale famiglie con disabilità) ritiene che sia giunto il momento di tracciare un primo bilancio, verificando cosa è stato fatto per migliorare le condizioni di vita dei Caregiver Familiari che avevano chiesto a gran voce il riconoscimento di quei diritti e quelle tutele da troppo tempo colpevolmente negati.

Purtroppo dobbiamo registrare che non è stato preso nessun provvedimento concreto. Nessuna mano tesa verso i caregiver familiari. Nel corso della passata legislatura, la legge di bilancio del 2018 aveva istituito uno specifico Fondo per il sostegno di cura e di assistenza del caregiver familiare, assegnando 20 milioni di euro per ciascun anno del triennio 2018-2020. Pertanto quel Fondo non può essere utilizzato, e chissà per quanto altro tempo sarà così!

CONFAD chiede con fermezza che il Ministero della famiglia con delega alla disabilità provveda con urgenza ad attivare tutte quelle misure a sostegno dei Caregiver Familiari promesse oltre un anno fa e ad oggi ancora disattese.

Nel merito riassumiamo alcuni punti significativi che una legge degna di questo nome non può non considerare:

1- il riconoscimento della figura del caregiver familiare                                              2 – tutela previdenziale: il riconoscimento al caregiver familiare della copertura, a carico dello Stato

3 – sono necessari percorsi preferenziali nelle strutture                                            4 – copertura assicurativa a carico dello Stato                                                            5 – politiche attive per il lavoro

CONFAD prosegue caparbiamente la sua attività.

Di Franco Scarpa