Lavoro nero, scattano cinque denunce

0
397

Resta alta l’attenzione dell’Arma volta a garantire il rispetto delle norme in tema di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ancora troppo spesso scenario di incidenti dagli esiti talvolta drammatici.

I Carabinieri della Stazione forestale di Lacedonia,  a seguito di accertamenti operati congiuntamente a personale dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro, hanno riscontrato, in due cantieri edili, numerose irregolarità, riconducibili alla mancata redazione del Piano Operativo di Sicurezza, al mancato invio dei dipendenti alle visite mediche entro le scadenze previste dal Piano di sorveglianza sanitaria, nonché alla mancata formazione degli stessi in materia di salute e sicurezza, come prescritto dal Decreto Legislativo n. 81 del 9 aprile 2008.

Per il titolare e l’amministratore di due imprese di costruzioni, nonché per il Responsabile e per il Coordinatore dei lavori di una di queste, scattava quindi la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Inoltre, si procedeva alla sospensione dell’attività imprenditoriale e venivano contestate sanzioni amministrative di importo pari ad oltre 11.00,00 Euro, in quanto quattro lavoratori risultavano impiegati senza regolare assunzione.