Le azzurre braccia della Luna, le voci dei poeti nella chiesa di San Nicola in memoria di Saveriano

0
278

Il 28 e 29 dicembre, alle 18, sarà la chiesa di San Nicola da Tolentino di Atripalda ad accogliere, dopo gli anni della pandemia, il reading poetico “Le azzurre braccia della Luna”, promosso dalla comunità poetica Versipelle. L’evento, giunto ormai alla sua quarta edizione e dedicato alla memoria del poeta Armando Saveriano, ha lo scopo di promuovere l’arte della poesia, aggregando voci di poeti non solo irpini, ma provenienti anche da altre province e regioni. Ogni poeta leggerà due poesie, una propria e un’altra scritta da un altro autore a cui è legato particolarmente. Ogni intervento verrà corredato da una breve introduzione per offrire al pubblico ulteriori spunti di riflessione.

Ad avvicendarsi alla lettura di testi poetici scelti i poeti Maria Consiglia Alvino, Antonio Califano, Matilde Cesaro, Maria Gabriella Cianciulli, Luca Crastolla, Angelo Curcio, Angelica De Gianni, Mariarosaria Di Sisto, Claudia Iandolo, Eugenio Lucrezi, Federico Preziosi, Laura Serluca, Emanuela Sica, Raffaele Schettino e Cinzia Spiniello. Verranno lette liriche di Maria Luisa Spaziani, Sandro Penna, Dacia Maraini, Wislawa Szymborska, Leo Luceri, Edoardo Sanguineti, Patrizia Cavalli, Anne Sexton, Pablo Neruda, Franco Cavallo, Aleksandr Kabanov, Emiliano Cribari, Domenico Carrara, Roberto Carifi, Fernanda Romagnoli.

Il reading del 29 dicembre sarà preceduto da una serata dedicata alla presentazione dei libri “Lux (Nova et Vetera)”, di Assunta Sánzari Panza (Robin Edizioni, 2022) e “I confini umani”, di Fabio Barissano (Homo Scrivens, 2023). Durante la serata è previsto un tributo al poeta Domenico Carrara, prematuramente scomparso nel gennaio del 2021.

A gennaio seguirà un ulteriore appuntamento online del reading, nel quale si riuniranno altri poeti italiani legati alla figura di Armando Saveriano e alla comunità poetica Versipelle, impossibilitati a raggiungere la cittadina del Sabato, che si conferma un importante centro di promozione della poesia. L’iniziativa è stata resa possibile dalla disponibilità di Emanuela Sica per la realizzazione delle locandine e la Confraternita di Santa Monica di Atripalda, nella persona del priore Gabriele Rescigno, per il sostegno all’evento.