Le dimissioni del sindaco Festa, il consigliere Iandolo (APP): punto di non ritorno per la città

Dalla minoranza il capogruppo di Avellino Prende Parte: "Ora bisogna dare concretezza alla speranza di un totale rinnovamento"

0
497

AVELLINO – Prime reazioni anche dall’opposizione sulle dimissioni del sindaco Gianluca Festa. Il consigliere Francesco Iandolo, del gruppo di opposizione Avellino Prende Parte: “L’amministrazione Festa finisce con le dimissioni e la rinuncia al ricorso per il riesame da parte del sindaco. Mai così in basso l’epilogo di un’amministrazione in carica. Un punto di non ritorno per la città”.

“C’è chi guardando indietro potrebbe pensare che non poteva che finire così. Ci sarà chi continuerà a difendere a spada tratta l’amministrazione dalla persecuzione giudiziaria, dalla magistratura ad orologeria. Ci sarà chi dopo anni passati a difendere l’amministrazione si sentirà più solo e arrabbiato”.

“Ma soprattutto dopo la grande festa di questi anni, i banchetti e i concerti, ci rimane una comunità più povera, frantumata, divisa, piena di parole e pratiche di odio. Umiliata da queste dimissioni, arrabbiata per quello che sta accadendo, affranta per la conferma del più infido dei luoghi comuni: quello della politica che pensa solo ai propri interessi a discapito degli altri”.

“Una comunità che ha meno fiducia nelle già fragili istituzioni, che ha meno fiducia nella partecipazione democratica, che ha meno fiducia nella politica. Io ora, invece, penso solo che c’è un grande lavoro da fare, un’attività insistente di cura della città e delle sue persone, di riavvicinamento ai processi democratici e alle istituzioni”.

“Abbiamo davanti a noi giorni in cui sarà necessaria la serietà dei comportamenti, il rigore nei giudizi, il coraggio nelle scelte per dare concretezza alla speranza di un totale rinnovamento”.