Le polemiche non fanno bene, Avellino travolto in casa

0
623

Dopo la conferenza scintillante fra i tifosi e il Presidente Taccone, l’Avellino scende in campo senza idee e con la paura di sbagliare. Al 36′ un autogol di Molina regala il vantaggio al Palermo. L’Avellino non reagisce, ma Cionek (Palermo) con un’ingenuità si fa espellere pochi minuti dopo. Sembrano esserci tutte le carte in regola per ribaltare la partita nel secondo tempo.

Nulla cambia però nel secondo tempo, nonostante l’inferiorità numerica, prima con Gnahore al 49′ e poi con Nestorovski al 77′, travolgono un Avellino spento.

Inutile, al 81′ il gol di Asencio.