Legambiente e Bnl Gruppo , iniziativa fiume Volturno per “Zero Plastica in Mare”

0
512

Liberare mare e fiumi da almeno 15 tonnellate di plastica, l’equivalente di oltre 340mila bottiglie e contenitori, e contribuire così a contrastare il marine litter (i rifiuti in mare), un’emergenza ormai mondiale.

È questo l’obiettivo che si stima di raggiungere entro il 2021 con “Zero Plastica in Mare”, l’iniziativa lanciata da BNL Gruppo BNP Paribas in partnership con Legambiente, che interesserà porti e corsi d’acqua di Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Liguria, Lazio, Marche e Campania.

In Campania “Zero Plastica in Mare” ha interessato con attività di citizen science, di pulizia, volontariato ambientale e monitoraggio il fiume Volturno per verificare lo stato di salute delle acque attraverso il monitoraggio delle microplastiche. I tecnici di Legambiente, con il supporto dall’associazione Matese Adventures, con utilizzo di manta hanno prelevato diversi campioni lungo il tratto campano del fiume fino alla foce

«Il marine litter – ha dichiarato Angelo Mele, della segreteria regionale di Legambiente – è una grave e complessa emergenza globale. Il problema va assolutamente affrontato su più fronti, coinvolgendo cittadini, governi, imprese. Con questo progetto, che ci vede impegnati insieme a BNL Gruppo BNP Paribas, vogliamo accendere i riflettori sul flusso dei rifiuti provenienti dall’entroterra e che poi arrivano in mare, prevalentemente attraverso i fiumi con iniziative e attività lungo le sponde dei fiumi e il monitoraggio delle microplastiche delle acque fluviali.