“L’informazione va tutelata”, la solidarietà al Corriere-Quotidiano del Sud

0
796

L’Ordine dei Giornalisti della Campania esprime solidarietà nei confronti della redazione di Avellino del “Quotidiano del Sud – Corriere” per l’ignobile e deprecabile gesto compiuto da ignoti nella notte, che hanno devastato la redazione di via Annarumma. Ci affidiamo alle Forze dell’Ordine affinché facciano luce su quanto accaduto. Siamo vicini al direttore Gianni Festa e a tutti i colleghi della testata avellinese. A loro lanciamo l’invito a non lasciarsi mai intimidire da azioni vili e a continuare sempre a svolgere il lavoro giornalistico con trasparenza, serietà e professionalità.

Nella notte ignoti si sono introdotti nella sede di Avellino del “Quotidiano del Sud”- “Corriere” in via Annarumma ed hanno messo soqquadro i locali rovistando tra le carte, nessuna attrezzatura tecnologica è stata portata via. “Si tratta di un gesto ignobile e gravissimo. Auspichiamo che forze dell’ordine e magistratura facciano subito chiarezza su quanto accaduto, individuando i responsabili”, affermano il segretario regionale del Sindacato unitario giornalisti della Campania Claudio Silvestri e il segretario provinciale di Avellino Amedeo Picariello che esprimono solidarietà e vicinanza ai colleghi del quotidiano: “Ai giornalisti e al direttore Gianni Festa giunga il nostro abbraccio e l’esortazione a non fermarsi di fronte a nessun tipo di intimidazione. Il sindacato è dalla vostra parte”.

“Piena solidarietà al direttore Gianni Festa e alla redazione di Avellino del “Quotidiano del Sud – Corriere”. Nella notte ignoti avrebbero devastato la redazione. Un atto ignobile, un colpo al cuore alla stampa libera, seria e sempre attenta e sensibile alle problematiche del territorio. Sono certo che i giornalisti del Quotidiano non si lasceranno intimidire da un simile atto ma continueranno a fare il loro dovere per il bene della collettività: l’informazione è uno scudo per l’intera società e va tutelato”. Così Costantinos Vassiliadis, segretario provinciale dell’Ugl Avellino. “L’auspicio è che le Forze dell’Ordine facciano presto luce sull’accaduto”.

Tanti i messaggi di solidarietà sui social da colleghi, attivisti e politici.