Lioni-Grotta, Condotte 1880: “Nessuna difficoltà economica del nuovo gruppo. I lavori vanno avanti”

0
393

Gentile Direttore,

“Condotte 1880” che ha acquisito il “core” della Società Italiana per le Condotte d’Acqua in amministrazione straordinaria e quindi i lavori in corso, come la superstrada Lioni-Grottaminarda, ha avviato una rivisitazione delle situazioni in essere, che oltre alla esecuzione dell’opera riguardano anche i rapporti con i lavoratori.

Nell’articolo che avete pubblicato il 27 febbraio u.s. riprendete indiscrezioni attribuite a fonti sindacali che metterebbero in dubbio la liquidità della nuova società perché sarebbe venuta meno una quota di appalto. Condotte 1880 ha in corso lavori per circa 1,2 miliardi e 6 miliardi di lavori in concessione (tra cui la Metro D di Roma e una percentuale del Ponte sullo Stretto di Messina) e certamente un appalto di una singola opera, sia pure importante, non può influire sui flussi di liquidità. Tanto più che la realizzazione dell’opera non è affatto pregiudicata, anzi la stiamo definendo.

Pertanto, non esiste nessuna difficoltà economica del nuovo gruppo, che recentemente ha aumentato il capitale sociale a 40 milioni di euro, ma soltanto la necessità di adeguare i termini di pagamenti decisi dalla precedente proprietà alla programmazione finanziaria che la nuova società sta mettendo a punto e certamente non penalizzerà i lavoratori e il prosieguo dei lavori della Lioni -Grottaminarda.

Nel ringraziarLa dell’attenzione e della pubblicazione del nostro contributo, Le porgo cordiali saluti.

CONDOTTE 1880

Il Direttore Generale

Ing. Enzo Reggiani