L’Irpinia si unisce per Patrick Zaki. Mostra itinerante sui diritti umani

0
719

Di Matteo Galasso

A quasi un anno e mezzo dal rapimento e reclusione di Patrick Zaki, studente dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, da parte delle autorità egiziane, l’Irpinia scende in prima fila con una mostra itinerante per i diritti umani.

Dopo essere stato arrestato il 7 febbraio 2020, Zaki è stato accusato di propaganda sovversiva contro lo Stato, per un suo post che forse non è mai stato pubblicato sul suo account, come più volte ribadito sai suoi legali. Dopo essere stato trasferito di prigione in prigione per mesi, costretto a subire violenze e privazioni di ogni tipo, si trova oggi in un carcere di massima sicurezza a Tora, dove viene trattenuto in regime di detenzione preventiva, così come accade per un terzo dei detenuti oggi nelle carceri egiziane. Dal carcere, attraverso i suoi legali, lo studente prova a darsi e a darci speranza: certo non smetterà di combattere finché non gli sarà restituita la libertà anche per riprenderei suoi studi nel nostro Paese.

La classe politica italiana lascia che queste barbarie continuino ad essere perpetrate da uno Stato che considera un alleato “strategico”, invece di prendere posizioni drastiche e legittime; la cautela di certo non aiuta in alcun modo un giovane che va spegnendosi lentamente nella solitudine della sua cella.

Molti comuni, anche in Irpinia, hanno concesso la cittadinanza onoraria a Zakie dopo l’approvazione quasi all’unanimità alla Camera della mozione Pro-Zaki, che potrebbe facilitare non di poco il processo di rilascio e rientro in Italia per lo studente, il nostro Governo potrà avviare le procedure per concedergli la cittadinanza Italiana. Intanto un segnale va dato e vedere l’Irpinia in primo piano nella battaglia per la liberazione dello studente egiziano dovrebbe essere motivo d’orgoglio per tutti noi. Raramente mostre con temi così attuali sono organizzate nel nostro territorio e anche per questo dobbiamo impegnarci per partecipare in massa a questa iniziativa. Amnesty International, l’organizzazione che più si batte per Patrick ha già organizzato, con 6000 Sardine, questa mostra in diverse province italiane (tra cui Latina, Crotone e Bologna). In Irpinia l’evento si svolgerà in otto diversi comuni tra il 19 e il 30 agosto 2021, in coincidenza anche con il trentesimo compleanno di Zaki. Un’Irpinia unita per i diritti umani, dunque, raccontando le storie di 50 uomini e donne, prigionieri in 19 Paesi diversi, che – come Zaki –hanno avuto il coraggio di sfidare i rispettivi Governi per provare a garantire il rispetto dei diritti umani. 50 riferimenti di altrettante storie di mancate libertà, come il caso di Sanaa Seif, regista egiziana condannata a un anno e mezzo di carcere a causa delle sue critiche al governo, o di IdilEser, attivista in difesa diritti umani in Turchia accusata di terrorismo, ma anche diAhmadrezaDjalali, medico a rischio di esecuzione in Iran per una falsa accusa di spionaggio e tanti altri.

Ad ospitare le opere saranno i comuni di Aiello del Sabato, Ariano Irpino, Atripalda, Avellino, Baiano, Calitri, Cesinali, Montella, Montemiletto. Grazie all’impegno di amministrazioni e realtà associative, l’Irpinia si unisce per chiedere la scarcerazione di Zakie sensibilizzare il pubblico ai temi della libertà e della giustizia portandoli fuori dalle tradizionali sedi istituzionali o museali.

La mostra sarà accompagnata da incontri tematici, proiezioni e presentazioni, che si terranno nei comuni ospitanti.

PROGRAMMA

19 agosto- Avellino

11:30 Conferenza stampa di presentazione con Rosanna Repole, consigliere provinciale con delega alla promozione del territorio, Claudio Petrozzelli, referente delle 6000 sardine d’Irpinia, Nessa Gibbardo, referente attivismo della circoscrizione Campania-Basilicata ed i rappresentanti dei comuni che parteciperanno all’iniziativa.

19:00 Talk di presentazione della mostra con contributi audiovisivi (saluti di Mattia Santori delle 6000 sardine e Riccardo Noury di Amnesty International Italia)

 

20 agosto- Avellino

Station 2station: visita a luoghi della mostra. Registrazione contenuti video con Ambra Gallo dell’associazione che ha lanciato la raccolta firme online in favore di Patrick Zaki.

 

21 agosto Calitri

19:00 Dibattito sul tema dei diritti civili: partecipano l’amministrazione comunale e le 6000 sardine d’Irpinia.

20:00 Inaugurazione panchina gialla dedicata a Giulio Regeni e Patrick Zaki.

 

22 agosto Montella(Con la collaborazione della Consulta delle donne di Montella)

18:30 Dibattito su “Intolleranza religiosa e censura politica: da Patrick Zaki a Ikram Nazih”. Partecipano: Anna Dello Buono, Vice-Sindaco di Montella; Tina Marinari, Responsabile Ufficio campagne di Amnesty International Italia; Claudio Petrozzelli, 6000 sardine d’Irpinia.

 

23 agosto Baiano

19:00 Ho solo tanta voglia di studiare. Monologo sul tema dei diritti umani a cura di Antonio Lippiello, Proteatro.

19:45 Dibattito: Claudio Petrozzelli, 6000 Sardine d’Irpinia; Nino Sanfilippo, Possibile Avellino; Michela Arricale, Avvocata CRED (Centro ricerca ed elaborazione per la democrazia), Giuseppe Monteforte, Wi Cast.

20:30 Coreografia sul tema dei diritti umani a cura della scuola di ballo Dance di Baiano

21:00 Inizio triangolare per i diritti umani con la partecipazione delle scuole calcio del territorio. I ragazzi coinvolti hanno un’età compresa tra gli 11 e i 12 anni.

23:00 Fine dell’evento e premiazione alle scuole calcio con medaglie riportanti adesivi che raffigurano il volto di Patrick Zaki.

 

24 agosto Cesinali

9:00 Presentazione del libro “Da Seattle a Genova. Cronistoria della rete no global”. Partecipano: Daniele Maffione, curatore del libro;Don Vitaliano Della Sala, Contributor; Francesco Festa, Contributor. Saluti del Sindaco Dario Fiore e di Claudio Petrozzelli, 6000 sardine d’Irpinia; modera Rosaria Carifano.

20:30 Proiezione del documentario “6000…e 1300 giorni – 20 anni dalla scuola Diaz” a cura di 6000 sardine.

 

25 agosto Montemiletto

19:00 Saluti dell’Amministrazione al chiostro comunale, sede della mostra.

20:30 Approfondimento tematico audiovisivo sulla situazione delle carceri in Egitto al club Ludovico Van.

 

27 agosto- Aiello del Sabato

19:30 Saluti dell’Amministrazione. Introduzione al tema dei diritti umani con la partecipazione delle 6000 sardine d’Irpinia e del Forum dei Giovani di Aiello del Sabato.

20:30 Proiezione di un documentario sul tema dei diritti umani prodotto da Amnesty International.

 

29 agosto Ariano Irpino

18:30 Seminario su “I diritti umani nella società contemporanea a 73 anni dalla dichiarazione universale dei diritti umani”. Saluti: Enrico Franza, Sindaco di Ariano Irpino; Veronica Tarantino, assessore politiche giovanili; Giuseppe Perrina, Forum dei Giovani di Ariano Irpino; Claudio Petrozzelli, 6000 sardine d’Irpinia.

Intervengono: Pierfranco Savona, docente di filosofia del diritto dell’Università Federico II, Gerardo Romei, componente del Comitato Direttivo di Amnesty International Italia. Modera: Leonardo Festa, docente di storia e filosofia.

 

30 agosto Avellino

18:30 Evento finale al Casino del Principe di Avellino. Parteciperanno i sindaci dei comuni che hanno concesso la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki; introduce Francesco Iandolo in qualità di consigliere comunale del comune di Avellino. Partecipano Claudio Petrozzelli, 6000 sardine d’Irpinia e Tina Marinari, responsabile delle campagne di Amnesty International Italia. Video-saluti di Riccardo Noury e Mattia Santori. Video lancio dell’iniziativa di Station 2 station che si terrà a Roma per sensibilizzare lo Stato italiano ad agire per Patrick Zaki.