L’omaggio della diocesi a Montefusco, Franco Festa: sia una stella polare per la comunità

0
333

Ha voluto rendere omaggio ad Armando Montefusco la diocesi di Avellino. L’occasione è stata offerta dalla proiezione del filmato “Pulpiti e altari”, realizzato da Armando Montefusco in collaborazione con Geppino e Massimo Del Sorbo e Roberta Giordano, tenutasi sabato scorso al Paolo dei giovani.

Il filmato rappresenta un ulteriore tassello della ricerca portata avanti da Armando Montefusco nel suo percorso di recupero della memoria della città. Un viaggio che passa in rassegna le chiese e i luoghi di culto cittadini, a partire dal Duomo di Avellino. Un itinerario costruito come una visita guidata agli spazi del capoluogo.

Un itinerario che ci accompagna nella ricostruzione della storia del Duomo, costruito, per volere del vescovo Roberto, a metà del XII secolo, i lavori cominciarono nel 1132 e terminarono nel 1166.

E’ stato Franco Festa a sottolineare come Armando Montefusco abbia rappresentato una stella polare per la comunità, “Un modello di generosità, passione civica e attenzione al bene comune da seguire. Ha studiato e fatto ricerche per ricostruire la memoria del territorio, che è l’identià di ciascuno di noi”. Di qui la raccolta firma lanciata dal Corriere dell’Irpinia di Gianni Festa perchè gli sia intitolato uno spazio pubblico cittadino.