L’omaggio di Mirabella all’ex sindaco Pugliese. Gli sarà intitolata l’aula consiliare

0
385

Sono stati in tantissimi a rendere omaggio nella chiesa madre di Mirabella all’ex sindaco Edmondo Pugliese, docente di storia e filosofia e studioso appassionato, scomparso all’età di 82 anni. In prima fila il sindaco di Mirabella Giancarlo Ruggiero e il sindaco di Frigento, suo paese natale, Carmineantonio Ciullo, gli assessori e i consiglieri dell’attuale e di precedenti giunte ma anche tanti ex studenti e cittadini comuni. “Per me – spiega l’assessore al Comune di Mirabella Raffaella Rita D’Ambrosio – e come me tanti suoi ex allievi del Liceo classico Aeclanum era innanzitutto il Professore Pugliese. Anche da Sindaco, e lo è stato per quasi vent’anni in un momento storico importante come quello della ricostruzione post terremoto , ho continuato a salutarlo e rivolgermi a lui in questo modo. E le sue lezioni di filosofia, che sistematicamente “sforavano” l’ora didattica , erano lezioni di vita. Un uomo non comune che aveva fatto delle sue passioni, i suoi studi e l’impegno sociale, la sua vita. Da sempre con e per la gente, sempre presente e sempre ostinatamente indipendente, il panta rei di Eraclito sembrava lo avesse scritto lui e che tutto scorre come scorre l’acqua del fiume non l’ho mai dimenticato essendomene stata spiegata l’essenza in quelle tante ore di lezione da chi aveva molto vissuto. Legatissimo alla sua terra d’origine( Frigento) ma innamorato della sua Città d’adozione ( Mirabella Eclano) e alla sua antica tradizione( il Carro), ci ha lasciato una lezione di vita che andrebbe ripassata da tutti ogni tanto. Non lo dimenticheremo, perciò abbiamo deciso di intitolargli l’aula consiliare”. Ad officiare la cerimonia don Remigio Spiniello che ha posto l’accento sul suo impegno per la comunità e l’attenzione alla gente e in particolare agli ultimi. Commosso il sindaco Ruggiero che ha ricordato come Pugliese sia stato il suo Maestro e con lui abbia maturato le prime esperienze in politica. Fino alla sua passione per la memoria d’Irpinia, come dimostra l’ultimo volume dedicato a Frigento. A ricordare Pugliese è anche Franco Arminio: “Di Pugliese mi piace ricordare che accolse il mio appello a realizzare una stele per i ragazzi curdi che furono trovati morti in un tir nell’area di servizio dell’autostrada che si trova nel suo territorio. Fece anche di più, promosse assieme ad altri una raccolta fondi per assicurare un funerali ai ragazzi nella loro terra”. E’ Giuseppe de Iesu a spiegare come “Era preparatissimo e creativo, liberale e grande estimatore di Vico”