M5S, Cammarano: “Grave carenza di personale sanitario all’ospedale di Pagani”

L'interrogazione del consigliere regionale: "Salvaguardare i livelli essenziali di assistenza per i cittadini e la salute degli operatori in servizio"

0
260

Questa mattina ho depositato un’interrogazione urgente in merito alle gravi criticità riscontrate presso l’unità operativa complessa di Anatomia e istologia patologica del presidio Tortora di Pagani.

Il Polo oncologico del presidio rappresenta un’eccellenza della nostra Regione e l’unità operativa complessa di Anatomia e istologia patologica ogni anno esegue per gli ospedali di Nocera, Pagani e Scafati oltre 30.000 referti istologici, trattando 14.000 campioni anatomopatologici, più altri 17.000 campioni per gli screening cervico-uterini. Attualmente sono operativi unicamente cinque tecnici sanitari di laboratorio biomedico, due dei quali beneficiano di legittima riduzione oraria per disposizione di legge. Da molti mesi, a causa di questa carenza si sono riscontrati tempi di attesa dei referti dai 60 ai 70 giorni. Analoghe difficoltà si riscontrano per il personale medico, anche a causa del recente pensionamento del primario, con un totale di soli quattro medici in servizio, oltre a uno specialista part-time. La scarsità del personale comporta un forte rischio di disservizi per l’utenza e la conseguente dilatazione dei tempi di diagnosi. Alla giunta abbiamo chiesto quali provvedimenti urgenti intenda adottare al fine di scongiurare che questa situazione pregiudichi il rispetto dei livelli essenziali di assistenza per i cittadini e la salute degli operatori sanitari in servizio”. Dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano.

“La carenza di personale sanitario comporta inoltre un aumento di stress lavorativo e psicologico per i pochi operatori in servizio, con conseguenti difficoltà nei rapporti professionali e interpersonali. I disservizi e i rischi per la salute degli operatori sanitari possono inoltre determinare l’insorgere di contenziosi, con conseguenti ricadute negative sul piano economico e dell’immagine dell’ASL Salerno. E’ necessario intervenire subito”. A dirlo è la coordinatrice provinciale del Movimento 5 stelle a Salerno Virginia Villani.