Mercogliano, al centro sociale Campanello la targa a lui dedicata

L'iniziativa nel trentennale dell'uccisione del Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria

0
272

L’ 8 febbraio 1993 morì a Mercogliano Pasquale Campanello, Sovrintendente Capo di Polizia Penitenziaria.
Quest’anno il suo ricordo, oltre alle preziose opportunità per una riflessione collettiva, come il  confronto a Villa Amendola dal titolo “Pasquale quanto manca” , è  stato arricchito anche dalla manifestazione ” 30 anni fa, una data che ci ha cambiati”, tenuta questa mattina con gli studenti dell’IC Mercogliano, in collaborazione con l’Associazione antimafia Libera e il Forum giovani.

Prima l’incontro nell’auditorium della scuola con la Signora Antonietta Oliva, moglie di Pasquale Campanello, per scandire insieme a lei la sua storia e con lei portare fuori il messaggio forte che da essa deriva. A seguire insieme al Sindaco di Mercogliano, Vittorio D’Alessio, è stata inaugurata una targa commemorativa, volutamente apposta all’esterno del centro sociale a lui dedicato che oggi è anche sede del Forum dei Giovani.
PASQUALE CAMPANELLO
(14 novembre 1960 – 8 febbraio 1993)
Vittima innocente della criminalità organizzata
Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria
Testimone autentico di coraggio per le nuove generazioni alla ricerca di verità e giustizia