“Mi chiamo Eva”: canzone contro la violenza

0
460

L’Associazione culturale GUARDIESI SI NASCE & SI DIVENTA “NINO SICA” il 18 luglio 2020 presenterà sulla piattaforma Facebook e You-Tube il progetto UNA CANZONE CONTRO LA VIOLENZA: MI CHIAMO EVA[ideato da EMANUELA SICA]. Per stigmatizzare e contrastare, in maniera immediata ed efficace, il triste ed attualissimo fenomeno della violenza di genere si è voluta adottare una strategia informativa nuova attraverso uno strumento più diretto, accessibile, fruibile: una canzone che fa da colonna sonora ad un video-clip. Parole, musica e immagini per raccontare una storia, quella di Eva, che prende spunto da un fatto realmente accaduto. Il focus narrativo e fotografico ha come protagonista una giovane donna,vittima, da diversi anni, di violenza sia fisica che psicologica.

Riuscirà Eva a liberarsi dalle maglie terribili e ossessive di quello che lei stessa chiamava amore [ma che in realtà amore non era]? Non ci resta che guardare il video.

La canzone “MI CHIAMO EVA” è stata ideata, interpretata e scritta da EMANUELA SICA, le foto sono di PHOTOSTUDIO DI LUCIA FORTE e GAETANO DELLO IACONO, la modella che ha dato il volta a Eva è ENZA GENTILE di Guardia Lombardi. Il montaggio video è a cura di LUCIA FORTE e LUIGI SCAFUTO, il montaggio audio a cura di ANGELO FIORINI.La location è Guardia Lombardi, un piccolo paese irpino, situato a 998 metri s.l.m. con un territorio compreso tra i 433 (Valle dell’Ufita) e i 1.024 (Monte Cerreto) metri s.l.m., è il secondo comune più alto della Campania, dopo Trevico (circondato da boschi e castagneti oltrechècampagne verdi caratterizzate dalla presenza delle tipiche costruzioni rurali).

Importanti i patrocini morali concessi al prefato progetto da parte della PRESIDENZA DEL CONSIGLIO REGIONALE CAMPANIA [PRESIDENTE ROSA D’AMELIO] –del COMUNE DI GUARDIA LOMBARDI –dell’OSSERVATORIO SUL FENOMENO DELLA VIOLENZA SULLE DONNE [PRESIDENTE ROSARIA BRUNO] –della CONSIGLIERA REGIONALE DI PARITA’ [MIMMA LOMAZZO] –del CORPO INTERNAZIONALE DI SOCCORSO COSTANTINIANO [PRESIDENTE PIERLUIGI SANFELICE DI BAGNOLI] –dell’Associazione ZERO CONFINI ONLUS [PRESIDENTE ANTONETTA CARRABS] –della CASA DELLA POESIA DI MONZA [PRESIDENTE ANTONETTA CARRABS] –della CONSULTA DELLE DONNE DI LIONI.

Tutti i partecipanti al progetto hanno svolto la propria opera gratuitamente. Il progetto ha carattere di promozione sociale e informativa contro il fenomeno della violenza di genere enon ha scopo di lucro. Un particolare ringraziamento va a Rossella Luongo, Antonio Gomena, Roberta Silvestrini.

All’interno del video è presente anche il numero di riferimento da contattare 1522 e il sito internet da visitare per chiunque fosse vittima di violenza.