Migliorini: “E adesso ripetiamoci contro la Virtus Entella”

0
728

Marco Migliorini a OttoChannel commenta a fine partita: “Oggi era troppo importante vincere ma ho visto il fuoco negli occhi, un grande carattere, davvero un grande Avellino. Ho ringraziato Novellino per quello che mi ha dato, abbiamo condiviso una salvezza l’anno scorso e l’inizio di un percorso quest’anno. Ultimamente però ero molto arrabbiato con lui perché facevo fatica ad allenarmi, avevo sempre problemi fisici e forse non ha avuto molta fiducia in me. Non ho però mai avuto problemi con lui. Io e Ngawa ci siamo parlati spesso, non volevamo prendere gol e giocare con lui è un piacere perché è fortissimo e ti aiuta sempre. Sabato sarà un’altra battaglia, l’Entella è una delle poche che non hanno vinto questo weekend e ora cercheranno la partita della vita. Noi dobbiamo prendere il buono di stasera, il sacrificio e l’orgoglio, e dare battaglia. Quello che ci era mancato finora in campionato.

Se ci fosse stato Novellino oggi la mia partita oggi sarebbe stata la stessa, per me non cambia. Sapevamo dell’importanza, il mister ci ha messo al corrente e sapevamo che dovevamo tirar fuori il massimo. Ma il modulo è quello, grosse variazioni non ce ne sono state tatticamente. Chiavari può essere uno snodo importante, uno scontro diretto. Riproporre questo atteggiamento, questo gruppo, sarà fondamentale. Il gol? Se arriva bene, pensiamo alle vittorie, meglio 2-0 che 3-1 con un mio gol”.