Mirabella al voto, Sirignano costruisce l’alternativa al sindaco Ruggiero

0
1202

Mirabella – Prosegue senza tentennamenti il percorso avviato da Antonio Sirignano per costruire una lista alternativa al sindaco uscente e pronto a ricandidarsi, Giancarlo Ruggiero. Sirignano sta lavorando alla compagine alternativa e si susseguono gli incontri tra i vari gruppi che dovrebbero essere la spina dorsale della squadra. C’è stata da subito una apertura al dialogo con il Movimento 5 stelle, sigla che aveva cercato di sbarrare la strada a Ruggiero risultando sconfitta 5 anni fa.

Questa volta i pentastellati eclanesi non dovrebbero presentare il proprio simbolo e quindi appare possibile che vi siano esperienze di questo movimento nella lista in costruzione. Così come dovrebbero entrare in lista esponenti  ce la scorsa campagna elettorale stavano cercando di mettere in piedi una squadra ma non riuscirono. Si punta adatte visibilità a candidati giovani. E da parte del raggruppamento alternativo si auspica quanto prima di chiudere l’intesa e presentare alla comunità di Mirabella Eclano le idee che si intende mettere su carta all’interno del programma su cui si sta impegnando molta energia, per proporre ipotesi di lavoro e di gestione capaci di far correre la cittadina eclanese. Si lavora in questa fase per cercare di trovare una intesa tra gruppi di persone. E sembra che si sia in dirittura d’arrivo. Intesa tra persone dunque e non tra partiti. «In pratica si spera in un incontro di varie volontà, e che si possa arrivare a questo attraverso persone nuove». Così spiega l’impegno profuso fino ad ora e che continuerà, Antonio Sirignano il quale continua: «Bisogna lavorare dimenticando i propri interessi e perseguire un solo interesse: quello per il paese. Il progetto è di rilanciare il nostro Comune». Antonio Sirignano è colui che si è mosso prima di altri, o comunque è colui che funge da propulsore. Gli piace definirsi «il motore azionato per aggregare». E in questa fase non c’è ancora l’ipotesi su chi dovrà guidare il gruppo che va formandosi. Insomma si sta ragionando su un modello nuovo, diverso. Per questo  non si parla di persone. Gran parte delle persone contattate e delle quali si è raccolta una adesione, sono impegnate nel sociale. E un nutrito gruppo è composto da professionisti. Ma la lista dovrebbe essere composta da varie esperienze  lavorative. Si può anche dire che c’è una innovazione, questa volta si punta sull’età che non deve essere avanzata. Insomma si mettono insieme tutte persone che come età hanno circa 40 anni. La carica dei quarantenni, si potrebbe definire. Tutte persone che, come dice ancora Sirignano, «vivono per sacrificare i propri interessi e per fare solo l’interesse del paese». E a breve sono previsti vari incontri per chiudere il cerchio e farsi conoscere dai cittadini eclanesi come alternativa a Ruggiero.
Nel campo opposto, il sindaco uscente Ruggiero, appunto, sta lavorando, insieme ai suoi storici colleghi, per mettere in piedi una nuova compagine. Nuova perché, stando ai commenti e alle indiscrezioni, la lista dovrebbe essere rinnovata al 50%. E quindi si cercano nuove figure che andranno a sostituire coloro i quali hanno manifestato la volontà di fermarsi. Ruggiero, come in ragionamenti non ufficiali ha fatto capire, non nasconde le eventuali difficoltà dovute alla organizzazione del G7 dei Ministri dell’Interno che si svolgerà a Mirabella Eclano in autunno. Toglierà sicuramente del tempo per organizzare la campagna elettorale al cento per cento.