Mirabella Eclano, un gruppo al lavoro per costruire un’alternativa alla maggioranza uscente

0
762

Mirabella – C’è un gruppo tenace, risoluto, che sta lavorando per costruire una alternativa alla maggioranza uscente e al sindaco Giancarlo Ruggiero. Al momento non c’è un nome del candidato alla carica di sindaco, ma ci sono vari personaggi che hanno già avuto esperienze di campagne elettorali e di lavoro amministrativo che potrebbero ambire alla guida della compagine che si sta costruendo.

Uno dei più attivi è Antonio Sirignano, che era stato già candidato sindaco, la volta prevedente all’ultima campagna elettorale. In paese, a Mirabella Eclano, probabilmente, proprio per l’attività posta in campo in doversi momenti della vita politica e amministrativa della comunità eclanese, viene considerato uno dei papabili. Ma è lui stesso a frenare su questa ipotesi. «Stiamo lavorando per dare una alternativa alla città. Io, tuttavia non sono il candidato sindaco, al momento è importante pensare e proporre un programma alternativo alla maggioranza uscente, e solo dopo si potrà pensare al nome di chi guiderà la squadra». Un atteggiamento che lascia intendere politiche inclusive e non di chiusura. Sirignano spiega che in questa fase è importante aprire una discussione tra vari gruppi per costruire una alternativa, è questa la parola che più si usa oggi da questa parte della barricata, e quindi introno ad un programma costruire la lista e individuare il nome del “capitano”. «Bisogna naturalmente mettersi a disposizione della comunità ed essere pronto ad accettare qualsiasi incarico viene offerto dai cittadini e dal gruppo. Insomma ora bisogna lavorare per approntare un progetto non pensare alle persone. E quindi vediamo prima cosa si costruisce e poi chi si adatta a questo modello. La stella polare è il rinnovamento». Antonio Sirignano pensa di mettere assieme tutte le forze, per dir così, antagoniste alla maggioranza uscente sulla scorta di una idea forte di alternativa. «Fare fronte unico – dice ancora Sirignano -, creiamo una lista in base ad una programmazione ben definita e andiamo alla competizione per offrire ai cittadini una strada da percorrere diversa». E il gruppo che sta lavorando a questa alternativa vede presenti diversi esponenti che già la volta scorsa provarono a costruire una compagine, ma il progetto non prese forma a causa di incomprensioni e altri fattori.

Aderisce al progetto, stando ai bene informati, Gerardo Sirignano, ex assessore, che insieme ad altri consiglieri ed assessori fece decadere l’allora sindaco Franco Capone. Ed è stata aperta una discussione anche con altre personalità che pure hanno avuto esperienza di governo cittadino. Una discussione che il gruppo ha aperto anche con la compagine dei pentastellati. Il Movimento 5 Stelle infatti la volta scorsa aveva rappresentato in campagna elettorale l’alternativa al candidato sindaco Giancarlo Ruggiero, ma questa volta sembra orientato a non correre ma appoggiare una delle liste concorrenti. Secondo Antonio Sirignano «ci sarebbero le condizioni per costruire qualcosa di solido». A questo punto devono maturare le scelte. Nel campo opposto la compagine della maggioranza sembra non avere grandi problemi nell’approntare una lista. Certo in qualche elemento sembrerebbe affiorare un poco di stanchezza, e quindi decidere di lasciare, ma ci sono già giovani pronti a rimpiazzare eventuali ritiri. La campagna elettorale è quindi aperta ufficialmente.