Monteforte: a San Martino la quarta edizione de “Un calice di cultura” Sabato 10 Agosto

0
410

Monteforte si prepara alla quarta edizione de “Un calice di cultura, cena con me”, la kermesse letteraria organizzata da Amministrazione Comunale e Pro Loco Monteforte Mons Fortis che si svolgerà nel prestigioso scenario della Collina di San Martino.

L’appuntamento è fissato per Sabato 10 Agosto: a partire dalle 18.30 saranno presentati i libri “Radici” di Maria Ronca e “Grande inganno. La questione meridionale e il tradimento del Sud” del Direttore Gianni Festa, con l’intervento dell’esperta di storia locale Prof. Giovanna della Bella. L’incontro sarà moderato dal giornalista Angelo Damiano.

Contestualmente, saranno omaggiati i maestri Luciano De Crescenzo e Andrea Camilleri, esponenti di grande spessore del mondo della cultura, entrambi scomparsi lo scorso Luglio.

Sempre nell’accogliente scenario della Collina di San Martino, in serata sarà organizzata una degustazione di prodotti enogastronomici tipici. Il tutto sarà accompagnato dalla musica dell’Associazione Mousikos, che si esibirà in “Il bel canto Napoletano“, e dalle canzoni del maestro Mario Neri. Il dress code e l’allestimento, come ogni anno, prevede il total white look: gli ospiti della serata saranno invitati a vestirsi completamente di bianco.

Nell’ambito della manifestazione sarà consegnata una targa in memoria di Antonio Aurigemma  (1931-2008), autorevole politico, giornalista e umanista originario di Monteforte.

«Siamo contenti per la realizzazione di una kermesse che da 4 anni ormai si rinnova – ha dichiarato Costantino GiordanoSindaco del Comune di Monteforte Irpino – Il calice di cultura non è solo una serata di intrattenimento letterario, ma è anche l’occasione per ammirare paesaggi, luoghi e bellezze impareggiabili del nostro Paese. E’ una serata fortemente voluta da questa amministrazione, che ogni anno si impegna nella sua realizzazione. L’obiettivo è la valorizzazione del territorio e degli esponenti locali della cultura anche attraverso la proposizione di una serata volta alla socializzazione .»

Entusiasta anche l’Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione, Lia Vitale«Sarà innanzitutto una serata di grande cultura. Presenteremo i lavori letterari del direttore Festa e di Maria Ronca, ma daremo grande risalto anche alle figure di Camilleri e De Crescenzo, pietre miliari di una cultura meridionale che non smette mai di affascinare e coinvolgere. Anche per questo, premieremo la figura storica di Antonio Aurigemma, che rappresenta degnamente il tema della cultura legato al nostro territorio.»

Dello stesso avviso l’Assessore alle Politiche Sociali, Giulia Valentino: «L’evento fonde bellezza, natura, cultura e socializzazione in una serata che risulta essere tanto gradevole da diventare appuntamento fisso dell’Agosto montefortese. Sarà un momento di aggregazione e integrazione tra persone che si incontrano per la prima volta e condividono, nella stessa serata, momenti di cultura, musica e convivialità.»

Infine, le parole della Presidente della Pro Loco Monteforte Mons Fortis, Annaelena Ercolino: «Quello del calice di cultura, da sempre strumento di analisi e promozione dell’arte della scrittura, oggi più che mai ha bisogno di divenire una lente di ingrandimento su quella che può essere una riscoperta “sociale”. Negli anni dei divieti, dei “muri”, dell’egoismo, anche un semplice strumento come quello di un evento culturale rivolto alla comunità può divenire uno strumento edificante di formazione e condivisione. Siamo onorati di far memoria dell’illustre concittadino Antonio Aurigemma, per tutti “Nacchettino”, autorevole protagonista di un’era di rinascita per l’intera Irpinia.»

A.D.