Monteforte, de Stefano lancia i giovani del Patto Popolare: è questa l’amministrazione del futuro

0
500

 

“La condizione che mi sono dato per ricandidarmi a sindaco di questa comunità che amo è stata quella di un vero rinnovamento della lista e della futura amministrazione. Di un cambiamento epocale. Quella svolta che tutti attendevano la voglio avviare io.
Badate, Antonio de Stefano non vuole essere ricordato come quello che ha amministrato per tanti anni e ha avuto l’onore di essere primo cittadino per due mandati elettorali. Antonio de Stefano vuole essere ricordato come l’uomo che ha avuto il coraggio di cambiare. Di escludere
chi ha utilizzato la sua posizione al Comune per scopi personali,
chi ha fatto politica solo durante le poche settimane di campagna elettorale,
chi ha fatto mille promesse soltanto a scopo clientelare,
chi ha agevolato amici e non ha mai badato ai meriti o alla preparazione e alle capacità…
Ebbene, con questa lista, ne sono certo, tutto questo sarà superato, sarà solo un lontano ricordo. Qualcosa che a Monteforte non dovrà più accadere.
Qualcuno a me vicino quando gli ho confessato ciò che avevo in mente di fare mi ha detto: “Ma sei sicuro, ti rendi conto a cosa vai incontro?… E se poi perdi?…”.
Beh, vi ripeto le stesse parole che ho detto a lui: “Almeno ci avrò provato”. In una campagna elettorale non è importante solo vincere, ma come si arriva a questo traguardo. Bisogna farlo essendo onesti, trasparenti, propositivi, senza dire menzogne. Bisogna poter garantire un’amministrazione sana e non dover affrontare, dal giorno dopo l’insediamento, i compromessi che ti hanno permesso di vincere. Così non si va lontano, così non si può pensare di governare una comunità.
Palazzo Loffredo non è un castello da conquistare a tutti i costi, con ogni mezzo. Palazzo Loffredo rappresenta il nostro punto di riferimento, la casa di tutti i montefortesi. Quella casa che io vorrei affidare a questi giovani del Patto Popolare per Monteforte che hanno accettato questa sfida e che hanno assunto degli impegni importanti nei confronti di tutti voi. Sono loro il nostro futuro.
E’ per loro, e non per Antonio de Stefano, che vi chiedo di rinnovarmi la vostra fiducia. E’ per loro che vi chiedo di sottoscrivere nuovamente questo Patto tra l’amministrazione che verrà e tutti i cittadini”.