Montoro, lascia anche Cerrato

0
286

Montoro – Venti di crisi sempre più forti si stanno abbattendo sul comune di Montoro. Dopo le dimissioni del vicesindaco Francesco Tolino con delega all’urbanistica, sostenibilità e sviluppo e del capogruppo di Agorà Carmen Del Regno sostituita da Salvatore Fortunato, lascia il ruolo di capogruppo della maggioranza Antonello Cerrato che ha rassegnato le dimissioni al termine dell’ultimo confronto tra i consiglieri delle liste che sostengono il sindaco Girolamo Giaquinto e lo stesso primo cittadino. La riunione non ha sortito gli effetti sperati almeno per Cerrato che senza indietreggiare di un passo dalla sua posizione tesa a mettere in campo un’azione forte di rilancio amministrativo a cominciare dall’azzeramento della giunta con innesti qualitativi anche esterni si è trovato la strada sbarrata dal primo cittadino deciso ad andare avanti con la sua visione. Dunque la richiesta di Cerrato di trovare un accordo su un patto fine mandato nell’esclusivo interesse della comunità e del territorio non è stata accolta. “Nonostante le dimissioni- ha dichiarato l’ex capogruppo – rimango in consiglio comunale e all’interno della maggioranza, ma la mia posizione sarà critica”. In sostanza Cerrato non è soddisfatto della linea che vuole intraprendere il sindaco che pur proponendo un programma di fine mandato condivisibile in quanto incentrato ad avviare i cantieri fermi da tempo, vuole andare avanti con una squadra di governo la cui composizione per il dimissionario capogruppo è insufficiente, forte del fatto che al momento ha ancora i numeri per governare. “Ecco i motivi per i quali il ruolo di capogruppo che deve essere quello di una guida all’interno del consiglio comunale non può esistere più perchè la linea che io ho cercato di consigliare al momento non è stata seguita”. Dunque ora il primo cittadino oltre ad individuare il nuovo vicesindaco dovrà nominare anche un nuovo capogruppo e forse anche un nuovo presidente del consiglio in quanto da vie ufficiose l’attuale nella persona di Luigi Del Regno, potrebbe prendere il posto di Tolino. Inoltre se Giaquinto decide di nominare assessore al posto dell’ex vicesindaco un componente del gruppo di Agorà ci si troverà di fronte ad una ulteriore surroga di un altro consigliere comunale. Intanto il sindaco proporrà un documento di fine mandato con tutta una serie di progetti da portare a termine chiedendo presumibilmente la sottoscrizione dei consiglieri. “ Un documento che non firmerò – ha affermato Cerrato – se rimane l’attuale organo di governo, ma che dal mio punto di vista rappresenta un importante banco di prova per la tenuta dell’amministrazione Giaquinto”. Per capire dunque quali scenari si prospettano bisogna attendere le mosse del primo cittadino e gli effetti che produrranno.