Movida Avellino, proseguono i controlli delle forze dell’ordine

0
397

Nel Comune di Avellino, proseguono i servizi straordinari “Alto impatto”, finalizzati, in particolare, al contrasto dei reati contro il patrimonio a seguito di determinazione assunta in sede di riunione di coordinamento delle Forze di Polizia, presieduto dal Prefetto dr.ssa Spena. Nelle operazioni, pianificate per le giornate del 4 e 5 gennaio 2024 tese alla prevenzione generale dei reati, con particolare riguardo a quelli a carattere predatorio e, in special modo, i furti in abitazione, sono state impiegate, oltre alle pattuglie della Questura, anche alcune pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Napoli.

Numerosi i controlli eseguiti di persone e veicoli, in particolare nelle zone contrade periferiche con insediamenti di unità residenziali isolate, obiettivo talvolta di incursioni predatorie. Eseguiti controlli presso le abitazioni o i luoghi di lavoro per verificare il rispetto da parte di soggetti, sottoposti a misure, delle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria o di Pubblica Sicurezza (persone sottoposte agli arresti domiciliari o ad altre misure, quali la libertà vigilata, l’affidamento in prova ai servizi sociali, la sorveglianza speciale, ecc.).
Avellino e Provincia

Servizi c.d. movida.

Proseguono, inoltre, anche nel mese di gennaio, nel periodo delle festività natalizie, i servizi di controllo del territorio, pianificati a seguito di determinazione assunta in sede di riunione di coordinamento delle Forze di Polizia presieduta dal Prefetto di Avellino dr.ssa Spena. Nelle ore serali e notturne del decorso 5 gennaio 2024 sono stati attuati in Avellino-Ariano Irpino- Cervinara- Lauro e S.Angelo dei Lombardi servizi finalizzati al contrasto dei reati in genere, ma soprattutto volti a prevenire ed eventualmente ad arginare episodi di illegalità correlati alla c.d. movida. I servizi hanno riguardato i luoghi in cui vi è la maggior parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che pertanto costituiscono punto di maggiore aggregazione di giovani. In particolare il dispositivo di sicurezza adottato, disciplinato con apposita ordinanza del Questore, ha visto l’impiego, oltre che degli ordinari dispositivi di controllo del territorio, anche di equipaggi aggiuntivi della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale impegnate in diverse zone del centro cittadino, quali via De Concilij, viale Italia, corso V. Emanuele, via Barone, piazza Libertà, via Scandone, via Tuoro Cappuccini nonchè nei luoghi di maggiore aggregazione insistenti nei Comuni sopra citati.

Complessivamente sono stati conseguiti i seguenti risultati:
– nr. 186 persone controllate, di cui nr. 31 con precedenti di polizia;
– nr. 112 veicoli controllati;
I servizi continueranno nei prossimi giorni con cadenza periodica, interessando anche altri territori della provincia ritenuti sensibili.