Musica, virtuosismo ed emozioni alla Sala delle Arti di Manocalzati

0
1379

Musica, virtuosismo e emozioni profonde, ieri pomeriggio, alla Sala delle Arti dell’ Associazione Musicale Igor Stravinsky a Manocalzati

Nel sublime intreccio di note e passioni, il pluripremiato violinista Oleksandr Pushkarenko nell’ AperiConcert “Paganiana” della Rassegna Musicale “Innamorati della Musica – 2024”, ha tessuto un’esperienza musicale in cui il virtuosismo di Paganini si fonde con la profonda espressività di Bach, creando un connubio magico nell’incantevole cornice della Sala delle Arti di Manocalzati. La direzione artistica di Nadia Testa ha orchestrato magistralmente questo viaggio attraverso capricci e sonate, immergendo il pubblico nella bellezza intrinseca della musica classica.

L’AperiConcert non è stato solo un concerto, ma un rituale sensoriale dove le note danzavano nell’aria come petali di rosa. L’Open Concert ha aggiunto un tocco di nostalgia con il grammofono e le lettere d’amore degli anni ’40, trasportando il pubblico in un’epoca di romanticismo e armonia. La presentazione delle lettere da parte di Stefania Marotti ha aggiunto profondità al contesto, rendendo l’esperienza non solo musicale ma anche letteraria.

Il programma ricco di varietà, culminato nel Capriccio n. 24 in La minore di Paganini, ha evidenziato la versatilità e l’abilità straordinaria di Pushkarenko. La fusione dell’Aria “Nel cor più non mi sento” di Paisiello ha aggiunto un tocco teatrale, dimostrando la capacità di trasformare la musica in un racconto emozionale.

L’aperitivo finale, saporito e conviviale, ha reso questo evento non solo un concerto per le orecchie, ma un banchetto per l’anima. “Innamorati della Musica” è più di un titolo, è un invito a perdervi nell’incanto delle note e a celebrare l’amore per l’arte in tutte le sue sfumature. Un’esperienza straordinaria che ha lasciato un’impronta indelebile nei cuori degli spettatori, unendo musica, storia e passione in un abbraccio indimenticabile.

Rosa Bianco