Non c’è pace per la Scandone, contestati 500 mila euro

0
717

Non sembra esserci pace per il basket irpino. L’Agenzia delle Entrate contesta altri 500mila euro alla Scandone. Le verifiche sono nate dalle segnalazioni del Nucleo Polizia Economico-Finanziaria di Avellino tra il 2015 ed il 2018.

Intanto, si avvicina la prossima scadenza, che è fissata per il 2 settembre, data entro la quale andrebbe pagata la fideiussione per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie B.