Nove campioni dello Sport inaugurano domani la 9^ edizione della Fiera del libro di Avellino

0
769

Saranno gli atleti campioni nazionali riconosciuti dal CONI di Avellino  ad inaugurare la 9^ edizione di Avellino Book Fair, la rassegna di libri sui paesi dell’Irpinia e del Sannio prodotti dalla ABE di Arturo Bascetta.
Il taglio del nastro avverrà domani, venerdi 27 dicembre,  alle ore 16:00, presso il Circolo della Stampa di Avellino,  dove saranno in mostra gli oltre 700 titoli della casa editrice di Avellino che ha superato se stessa, arrivando al trentesimo anno di attività, giungendo ai vertici della Regione Campania per produzione editoriale con 50 volumi pubblicati anni anno.
Quest’anno il gemellaggio con la Pro loco di Benevento del presidente Giuseppe Petito e con il CONI di Avellino del presidente Giuseppe Saviano,  al quale è affidata la premiazione degli atleti internazionali che arricchiranno la kermesse della casa editrice per la sezione sport, ma apriranno i lavori del ‘Premio Penna d’argento Regione Campania’ giunto alla 7^ edizione che vede premiati i più interessanti autori del momento della provincia di Avellino e Benevento, fra cui il preside Virgilio Iandiorio, il professore Antonio Polidoro, la preside Teresa Zeppa e tanti altri giovani giornalisti come Valerio Pisaniello, il ricercatore Fabio Paolucci, le poetesse Maria Rosaria del Guercio, Grazia Luongo e Anna Maria Parente, lo storico Rito Martignetti, l’insegnante Vincenzo Velli, i professori Antonio Sasso, Michele Ceres, Luigi Mainofi, Mario e Fausto Baldassarre, Enrico dell’Orfano, Rosa Orlano, il medico Aldo d’Andrea.
Questi invece gli atleti che saranno premiati nell’ambito del premio Stregami: Antonio Di Rubbo (ha portato la pesistica irpina a livelli nazionali ed internazionali); – Christian Ferrara, campionissimo di karate; – Berardino Lo Chiatto, campione di badminton; Carlo Siano, pugilato; Agostino Somma, rugby; Carmine Tommasone, boxe; Natalia Trunfio, campionessa di tiro con l’arco; – Dimitri Federico Marotti, campione italiano e due volte internazionale cinture rosse dì Taekwondo; -Ida Colella, campionessa di velocità in moto.

Sabato 28 dicembre, invece, spazio alla “Grande Bellezza Irpina” con cucina, presentazione calendari su vino e abiti storici e tradizionali prodotti da ABE per il 2020 sul bere responsabile e contro il bullismo, sul 500 anniversario degli albanesi in Irpinia e nel Sannio interamente dedicati al tema arbëreshë (dalle 17.30). Lo chef Mario Minucci del ristorante “Il Casale” delizierà il pubblico con prodotti tipici del Partenio e assaggi al cucchiaio. Seguirà la presentazione dei libri di Antonio Sasso “Ebbrezza di un sogno” e di Virgilio Iandiorio “Leonardo De Martino, francescano di Greci”, con degustazioni arbereshe di Greci e del vino delle cantine dell’Istituto Tecnico Agrario, retto dal preside Pietro Caterini, che è anche dirigente del Geometra e del Professionale per modiste, dove sono stati realizzati gli abiti storici indossati dai ragazzi.
Ultima giornata, quella del 29 dicembre, dedicata ai riconoscimenti del Premio Dea Rumilia “Pietras at Rumilia”, dalle ore 17, con incontro riservato agli studenti che dialogano con gli autori ABE e brindisi finale.
La manifestazione gode del patrocinio di: Comune di Savignano Irpino, Comune di Greci, Istituto tecnico agrario De Sanctis di Avellino, ProLoco Samnium, Coni Avellino.