Novellino: “Contro il Venezia senza alcuna paura”

0
736

A poche ore alla sfida tra Venezia ed Avellino, in casa biancoverde ha parlato l’allenatore Walter Novellino: “Con il Cesena con un pò di attenzione in più si poteva portare a casa il risultato. Forse come si dice in giro è dipeso da me, ma ad Avellino ne dovrò ancora sentire tante. Non è finita qua. Domani invece affrontiamo una squadra che si è rinforzata a gennaio. Andiamo a giocarcela senza paura. Ho una squadra forte, che saprà superare le difficoltà con carattere e coraggio”.

In settimana è andato a Montevergine? Il punto sugli infortunati?

“A Montevergine ci sono stato ieri, ci vado per problemi personali miei e per concentrarmi meglio. Sugli infortunati: Gavazzi è recuperato, così come Migliorini. Radu verrà in panchina perchè ha qualche problema. Domani dovremo fare a meno di Moretti. Sono contento perchè ci sono diversi calciatori in fase di recupero. Anche Asencio è stato fermo ma ha recuperato. Ho visto molto bene Ardemagni, speriamo di fare una buona partita domani”.

A Venezia ha lasciato un ottimo ricordo. Come la vedi questa squadra?

“Hanno sei punti più di noi. Li vedo bene. Per me è bello tornare a Venezia. Abbiamo costruito qualcosa di importante e ho degli ottimi ricordi. Si sono rinforzati tanto e stanno migliorando. Sono convinto che domani ci potremo presentare bene”.

Con la Salernitana non c’è stato il cambio nei cinque minuti di recupero ed è arrivata comunque una sconfitta.

“L’allenatore ha sempre una colpa. L’importante sarà il risultato finale. Vedremo…”

Gli infortuni stanno comunque avendo un peso importante…

Questa è una squadra che poteva avere molti punti in più. Sono stato toccato a livello professionale e questo mi dà fastidio. L’anno scorso ho raggiunto l’obiettivo, quest’anno sto facendo un buon campionato. Non è colpa mia se c’è un pò di disattenzione. Ci manca sicuramente qualche punto. Sulle critiche sono abbastanza largo di spalle. Le critiche mi hanno dato fastidio perchè sono abbastanza strumentalizzate. In rosa ci sono giocatori che non hanno mai giocato in Serie B. Tutti vorremmo avere qualche punto in più, questo è normale”.

Capitolo modulo: si potrebbe tornare al 3-5-2?

“Lo schema di gioco è basato sull’assenza di tanti calciatori. Il 3-5-2 è un modulo che mi piace molto. Abbiamo delle difficoltà in questo momento, ma non voglio nemmeno parlarne. Ci stanno mancando tanti calciatori”.

Molina a Cervinara ha detto che si aspetta un Venezia diverso. Questo potrebbe portare ad una partita diversa rispetto all’andata?

“Hanno preso diversi giocatori e sono cambiati molto. Voglio fare una bella partita e portare a casa punti importanti”.

Hai qualcosa di particolare che ti lega ad Inzaghi?

“Quando ero col fratello alla Sampdoria non voleva mai abbassarsi sul mediano basso. Mi conforta ora che quando vedo giocare la Lazio c’è sempre qualcuno che va sul mediano. Significa che Novellino qualcosa l’ha lasciata. Su Filippo, invece, da allenatore è cambiato molto. Sta facendo tanta esperienza e sta facendo bene”.

Le condizioni di Cabezas?

“Sta facendo un recupero particolare. E’ un calciatore che appena starà bene ci darà una grande mano”.

A Venezia ci sarà anche Taccone in Tribuna…

“Sarà uno stimolo in più per fare bene. Gli dirò di andare a pregare dalla Madonna della Salute…”