Novellino: “Sono arrabbiato, è mancata la cattiveria”

0
1127

Ennesima prestazione scialba dell’Avellino, alla quale mister Walter Novellino cerca di trovare giustificazione.

Queste le parole del tecnico dei lupi: “Credo che sono l’unico responsabile. Il calcio è di semplicità. La squadra avversaria era forte ma non superiore all’Avellino. Questa squadra ha prodotto molto bene. Deve cambiare l’atteggiamento. Le partite si preparano durante la settimana. Non mi arrendo e vado avanti. Oggi siamo stati condannati dagli episodi. L’allenatore è intuitivo in molte cose. Io mi aspetto sempre la reazione. Oggi c’è stata un po’, ma non c’è stata quella cattiveria e quella voglia. Con tutto il rispetto del Palermo, noi non abbiamo avuto determinazione. Si poteva sopperire. Con l’uomo in meno del Palermo potevamo giocarcela fino alla fine. Bidaoui si può adeguare, ma possiamo giocare con il 4-4-2. Sembra un po’ più facile. Ora non abbattiamoci, anche perchè abbiamo delle altre risorse. L’atteggiamento è stato sbagliato oggi. Io guardo il campo e non si possono concedere errori così, noi dobbiamo pensare al campo e basta“.

Novellino ha poi aggiunto: “Ero molto arrabbiato perché non abbiamo giocato come sappiamo, con la cattiveria agonistica che ci contraddistingue. Ardemagni? Comunque ho giocato con quattro giocatori offensivi”.