“O arrestate me o il giudice”, uomo si barrica per 12 ore all’interno del Tribunale in segno di protesta

0
335

 

"O arrestate me o il giudice".
Dopo aver fatto questa richiesta al terime dell’udienza in cui doveve essere aggiudicata l’asta per i suoi beni, l’80enne ing. Giuseppe Testa si è "barricato" nel corridoio delle aule della sezione del Tribunale fallimentare di Avellino, dove da almeno nove ore è ancora seduto in segno di protesta.
Sul posto gli agenti della Polizia di Stato e quelli della Municipale che orami da ore stanno tentando di convincere il professionista a tornare ad abbandonare il Palazzo di Giustizia.
Alla base di questa clamorosa protesta la richiesta da parte di Testa di annullare la procedura esecutiva di vendita dei suoi beni a seguito di un pignoramento perché non ci sarebbe nessun titolo per attivare lì’esequzione del provvedimento oltre che un calcolo degli interessi maturati negli ultimi 25 anni disvariati milioni di euro.