Palline rosa della solidarietà, domani la consegna dell’assegno simbolico

0
635

Giunge al traguardo finale il percorso “Sette Passi per il Sorriso”. La serie di eventi natalizi, organizzati dal Senologo e Consigliere Regionale Carlo Iannace insieme alle associazioni che operano sul territorio per la prevenzione del tumore al seno, hanno fatto da cornice alla distribuzione delle meravigliose palline rosa create e decorate a mano da tantissime donne e non solo.

Il ricavato della manifestazione e della distribuzione delle palline, che sono arrivate in tantissime case e sugli alberi di Natale delle piazze irpine, ma anche dell’A.O.R.N. “Moscati” di Avellino, è destinato all’ospedale pediatrico “Santobono – Pausilipon” di Napoli e domani, domenica 7 giugno alle ore 9:30, presso la struttura ospedaliera del capoluogo campano, ci sarà la consegna dell’assegno simbolico alla direttrice generale, dottoressa Anna Maria Minicucci. A consegnarlo saranno il dottor Carlo Iannace e alcune rappresentanze delle associazioni che hanno contribuito alla raccolta dei fondi che serviranno ad allestire una stanza multimediale per gli adolescenti ricoverati in oncologia. L’emergenza sanitaria Covid-19 ha impedito di effettuare in precedenza la consegna e di donare delle targhe di ringraziamento a quanti hanno partecipato, ma non ha di certo cancellato tutto il lavoro fatto e la volontà di continuare a farlo.

Grazie alla generosità, all’impegno e alla solidarietà di tantissime donne di ogni età, grazie alle scuole, alle case di cura per anziani e alle associazioni di volontariato che hanno partecipato con entusiasmo all’iniziativa, sono stati raccolti 26.240 euro, ma soprattutto è stato dimostrato, ancora una volta, che insieme si vince sempre. “Donne, scolaresche, anziani, volontari, quello che abbiamo ricevuto da loro nelle settimane della raccolta è stato qualcosa di sorprendente – dichiara il dottor Carlo Iannace -. Il messaggio della solidarietà è arrivato forte anche ai più piccoli che hanno capito di poter aiutare, con un semplice gesto, chi è meno fortunato. Sono emozioni che non si dimenticano e che ci danno la forza e la volontà di inseguire e raggiungere sempre nuovi traguardi. Grazie di cuore ha tutti”.