“Pasqua sicura”, ecco il bilancio: ci sono 4 arresti

0
527

In occasione delle festività Pasquali i Carabinieri del Comando Provinciale
e del Gruppo Carabinieri Forestali di Avellino hanno attuato sull’intera
provincia ed in particolare nelle aree solitamente meta di numerosi turisti
ed escursionisti, un importante spiegamento di forze volto sia al contrasto
dei fenomeni predatori e di illegalità in genere – soprattutto considerando
che molte abitazioni sono rimaste incustodite per l’assenza dei proprietari
impegnati in gite fuori porta – sia in particolare alla tutela
dell’incolumità degli utenti delle strade rese sicuramente più caotiche dai
numerosi turisti che, come da tradizione, hanno comunque affollato non poche
località della provincia ed in particolare l’altopiano del Laceno, la Valle
del Sele e la zona del serinese.

Infatti sono stati implementati i servizi di perlustrazione con posti di
controllo e posti di blocco, nel corso dei quali sono stati effettuati
numerosissimi controlli e perquisizioni, assicurando un dinamico e capillare
presidio su tutta la provincia.

Un massiccio servizio straordinario, denominato “Pasqua Sicura”, che ha
visto in campo anche unità del Nucleo Carabinieri Cinofili di Sarno ed
alcune squadre specializzate antiterrorismo (S.O.S. – Squadra Operativa di
Supporto), provenienti dal 10° Reggimento Carabinieri Campania di Napoli,
impiegate in attività di vigilanza dinamica di luoghi ritenuti sensibili ed
in luoghi di maggior concentrazione di persone, dove la loro presenza può
svolgere da deterrente, concretizzando l’attività di prevenzione e incidendo
sulla percezione della sicurezza.

Particolare attenzione è stata riposta alle principali arterie stradali,
considerato il notevole incremento della circolazione, ma anche agli
esercizi commerciali, ai luoghi di culto nonché ai soggetti sottoposti a
misure di prevenzione e sicurezza.

Complessivamente sono stati attuati circa un migliaio di servizi di
pattuglia e perlustrazione che hanno visto in campo oltre 2.800 Carabinieri
impegnati nei grossi centri così come nelle aree rurali. 5.400 le persone
controllate, a bordo di circa 4.000 veicoli, delle quali 4 arrestate, 53
deferite in stato di libertà.

Ben 24 le patenti ritirate o sospese per violazioni alle norme del codice
della strada e 26 i veicoli sottoposti a sequestro o fermo per le
irregolarità riscontrate.

Nel pomeriggio e nella serata di ieri, i controlli alla circolazione
stradale hanno riguardato principalmente le guide in stato di alterazione
psicofisica: 6 i casi con un tasso alcolemico superiore al limite
consentito, circostanza che ha determinato oltre alla sospensione della
patente anche il sequestro del veicolo. Un automobilista è stato sorpreso
alla guida sprovvisto di patente già ritirata per precedenti violazioni al
C.d.S.. In 16 casi è stata accertata l’assenza della copertura assicurativa
di veicoli.

Non è mancata in questi giorni anche una costante opera di assistenza agli
utenti della strada da parte dei Carabinieri, sia in occasione dei
rallentamenti dovuti all’intenso traffico in alcune aree della provincia,
sia nel soccorso a seguito di incidenti.

E non è mancata l’attenzione al contrasto ai reati in materia di
stupefacenti che ha permesso di sequestrare cospicue quantità di droghe,
principalmente cannabinoidi, e segnalare quale assuntori 12 persone, in
alcuni casi giovanissimi sia della provincia irpina che di quelle limitrofe
che, a disprezzo della pericolosità intrinseca delle sostanze stupefacenti,
avevano comunque deciso di “sballarsi” anche in giorni di festività dal
significato così profondamente religioso.

Infine, nel corso dei controlli, 18 pregiudicati, non riuscendo a
giustificare la propria presenza, sono stati allontanati con Foglio di Via
Obbligatorio.

L’imponente attività di controllo ha permesso di porre un freno ai reati
predatori garantendo la giusta serenità che ci si auspicava per le festività
pasquali.