“Per una costruzione della Terra”, l’iniziativa

0
408

Il riscaldamento climatico, il pericolo di conflitti nucleari, le disuguaglianze, la morte di milioni di persone ogni anno per mancanza di alimentazione di base e di farmaci salva-vita e le centinaia di migliaia di migranti in fuga segnano l’orizzonte presente e futuro: in gran parte dipendono dall’assenza di limiti ai poteri degli Stati sovrani e dei mercati globali. Tuttavia, secondo Luigi Ferrajoli, un’alternativa istituzionale e politica è possibile e la sua stella polare è una Costituzione della Terra. Sarà questo il tema trattato nel prossimo appuntamento con il ciclo di incontri di “IdeaW&book”, fissato per martedì 22 marzo alle 18. A confrontarsi con Ferrajoli – giurista e professore emerito di Filosofia del diritto all’Università Roma Tre, autore del saggio “Per una Costituzione della Terra” (Feltrinelli, pagg. 208, euro 20)  – saranno Domenico Gallo, magistrato e già senatore, e Alessandro Picone, corsista al master di Teoria critica della società presso l’Università Bicocca di Milano. Presenterà e coordinerà Ugo Morelli, di “IdeaW&book”.
Anche questo incontro è realizzato in collaborazione con la libreria Mondadori di Avellino e sarà possibile seguirlo in diretta collegandosi alla sua pagina facebook e sul canale youtube. Per maggiori informazioni si può consultare la pagina ideawebook.com.