Polizia, il sindacato Lisipo chiede tamponi gratuiti per gli agenti

0
683

Il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese  ha emanato direttive recante indicazioni sullo svolgimento delle manifestazioni di protesta contro le misure sanitarie in atto. Al riguardo giova precisare – ha dichiarato Antonio de Lieto Segretario Generale del “Libero Sindacato di Polizia” LI.SI.PO.  che le direttive in questione prevedono una serie di restrizioni da applicare a cura delle Autorità locali in occasioni di future manifestazioni. A tal proposito il LI.SI.PO. rileva la solerzia con la quale il Ministro dell’Interno è intervenuto per attuare le modifiche di cui trattasi. Al tal proposito  – ha proseguito de Lieto – sorge spontaneo una domanda: il nostro Paese è sempre più preso d’assalto da stranieri che con barche, barchini e quant’altro, approdano nei nostri porti sprovvisti di regolari documenti che ne autorizzano lo sbarco e l’ingresso nel territorio Italiano. Gli sbarchi rispetto al 2020 si sono raddoppiati e l’Italia è sempre più attanagliata nella morsa dell’ “invasione”.  Al riguardo – ha rimarcato de Lieto – il LI.SI.PO. rammenta a se stesso che il Ministro dell’Intero più volte è stato sollecitato alla chiusura dei nostri Porti, in modo tale da tutelare ancor più gli interessi dell’Italia e degli Italiani. Purtroppo ad oggi nulla è cambiato, i nostri porti sono restati aperti e gli sbarchi sono aumentati a dismisura. Non si possono pretendere dagli Italiani sacrifici immani, quando poi, si concede di far sbarcare masse di stranieri irregolari sottovalutando a giudizio del LI.SI.PO. eventuali rischi. Il LI.SI.PO. ha rimarcato de Lieto – chiede al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese di intervenire con la stessa solerzia attuata per applicare le restrizioni al diritto a manifestare, emanando al riguardo idonei provvedimenti atti a fermare l’ “invasione silenziosa” del nostro paese. Tanto premesso ha concluso de Lieto –  Il LI.SI.PO. rammenta al Ministro dell’ Interno che questa O.S. da tempo ha chiesto la somministrazione di tamponi gratuiti a tutti i colleghi, da potersi effettuare in primis presso tutte le strutture sanitarie della Polizia di Stato e, in subordine, presso tutte le strutture sanitarie pubbliche o private convenzionate (e l’abolizione del green pass,  che a parere del LI.SI.PO. non garantisce nulla e nessuno). Il LI.SI.PO. auspica che il Ministro Lamorgese  anche in questa circostanza intervenga con solerzia per la risoluzione della delicata problematica più volte segnalata.