Prata, aperitivo nella cripta

0
553
Prima iniziativa dell'intesa tra il Club di Territorio “Paesi di Irpinia” del Touring Club Italiano e la condotta Slow Food di Avellino, per la promozione del territorio - organizzatori, per il Touring, vice console Dino Giovino, per Slow Food, fiduciaria della condotta di Avellino Maria Elena Napodano - circa 50 partecipanti.

“L’aperitivo nelle grotte di Prata è stata l’occasione per riscoprire l’area archeologica esterna alla basilica e per godere della splendida vista notturna del complesso paleocristiano. La visita è stata curata dal vice console del Touring Dino Giovino, unitamente ai volontari Gianni Cecere e dalla archeologa Noemi Giovino, comprendendo le catacombe e l’aula della basilica e rispettando le direttive del DPCM per le misura anticovid. Al termine, l’aperitivo con i prodotti a km zero è stato organizzato in un noccioleto tra antiche cavità utilizzate dai contadini della zona. Le ricette originali del Ristorante Il Nocciolo e i vini dell’azienda Vigna Maurisi (Greco di Tufo DOCG e Aglianico) hanno degnamente concluso l’evento. Un’occasione unica e che ha generato entusiasmo e confronti sull”importanza della basilica con le catacombe e sull’estensione della necropoli pagana nascosta dalla vegetazione nei pressi del complesso paleocristiano pratese, come sulle produzioni di qualità di questo angolo della Valle del.Sabato. L’evento costituisce l’incipit di una piu intensa collaborazione tra il Club di Territorio Paesi d’Irpinia del Touring Club Italiano e la condotta Slow Food di Avellino condividendo obiettivi (come il fermo NO al Biodigestore di Chianche) e passione per il territorio. I prossimi appuntamenti annunciati seguiranno un comune filo conduttore fino alla organizzazione di una fiera a Prata, nel 2021, per far tornare a vivere un evento che risale all’età napoleonica e per ricollocare questo territorio marginale ad una nuova centralità.