Preziosi ritira l’appoggio a Foti: dico no venditori di tappeti e mercati di vacche

0
328

 

Il patto dei 100 giorni è solo l’apripista di un progetto ben più ampio per salvare la città. Tiro dritto per la mia strada ma senza Paolo Foti".
Il consigliere di opposizione Costantino Preziosi ritira ufficialmente il contributo che aveva garantito al sindaco di Avellino per salvaguardare i fondi europei e, dunque, mettere in atto importanti opere per la città.
Lo annuncia nel corso di una conferenza stampa convocata per questo pomeriggio al Circolo della Stampa. Al suo fianco il consigliere Mimmo Palumbo e l’ex assessore comunale, professor Toni Iermano.
Proprio questa mattina, fa sapere Preziosi, è stato convocato a Palazzo di città dal Sindaco. In quella sede Foti ha mostrato la volontà di non voler rinnovare in toto la giunta, una delle condizioni poste da Preziosi, ma solo di rimescolare le deleghe e fa rimanere in carica almeno 4, se non più, degli attuali assessori.

"Foti ha tradito la sua parola e allora io mi tiro fuori- fa sapere Preziosi- Sono contrario a venditori di tappeti e mercati di vacche. Il mio era e rimane un progetto politico serio teso al futuro dalla città. Avevo proposto al sindaco contenuti, un confronto di idee senza mani chiedere nulla, nemmeno un assessorato. E questo lo ribadisco a chiare lettere. Dinanzi ai rimpastini che Foti sta mettendo in atto, io continuo per la mia strada, con la coscienza pulita".
Preziosi chiarisce di non ritenere né di aver fallito, men che meno di essere stato "usato" da Foti quando il sindaco temeva di non avere l’appoggio dei suoi in aula.
"L’ho sempre detto che a prescindere dal patto dei 100 giorni il mio voto al bilancio sarebbe stato contrario- dice ancora- Responsabilmente volevo riportare la politica e i progetti al centro dei ragionamenti. Ci sono in ballo quasi 3 miliardi di fondi europei senza i quali Avellino non avrà futuro. Sarà il sindaco a portare questo "debito di coscienza" con la città, laddove dovesse fallire anche l’operato della sesta giunta che si appresta a nominare".
Cosa farà Preziosi nel futuro? "L’opposizione governante che ho fatto sin dal primo giorno dell’insediamento, le proposte sulle cose e- ribadisce- porterò avanti da solo il mio progetto", con la limpida coerenza che mi ha sempre contraddistinto".
Infine incalzato sulla possibilità che venuto meno l’accordo con Foti, si azzera anche un eventuale alleanza con il Pd alle prossime comunali, Preziosi chiarisce di non aver mai guardato a quell’orizzonte, men che meno al Pd.
"Se dovessi candidarmi lo farò con un progetto civico", aggiunge.