Primo incontro di calcetto in Irpinia per i ragazzi autistici, fra sport e inclusione

0
1159

Lunedì 1 Luglio, alle ore 19:00 presso il campo sportivo di Monteforte si giocherà la prima partita di calcio che vede protagonisti adolescenti con disturbi dello spettro autistico. In campo, tuttavia, non si giocherà solo a calcio. L’obiettivo è quello di favorire l’inclusione di questi ragazzi “speciali” in un duplice percorso, che da un lato potremmo definire “sportivo” e dall’altro di “miglioramento e crescita personale”. L’inclusione e l’integrazione dei ragazzi con disturbi dello spettro autistico in contesti  sociali, non ha solo una valenza terapeutica, ma permette ai ragazzi di sperimentare in maniera diretta, aspetti di relazione, di socializzazione e di comunicazione. Dati di letteratura recente suggeriscono che lo sport, oltre a essere utile per il benessere psico-fisico e quindi per la salute in generale, presenta molteplici aspetti, da quelli neuro e psicomotori, a quelli educativi e ludici fondamentali per i ragazzi autistici perché in questo modo si cerca di favorire l’autonomia, lo scambio interpersonale, si limita l’isolamento, si creano occasioni di socializzazione, si favorisce il contatto con l’ambiente esterno e il rispetto delle regole.  Il “miglioramento e la crescita personale” è duplice, non riguarda solo i ragazzi “speciali”, ma anche tutti noi operatori e le famiglie che si sono impegnate per la realizzazione di questo processo di inclusione, che speriamo si possa ripetere ogni anno con sempre maggiore entusiasmo e facendo tesoro delle esperienze che abbiamo maturato sul campo.