Progetto Einaudi Amico Libro, gli studenti del liceo Imbriani incontrano Sabrina Efionayi

0
259

Gli studenti del liceo Imbriani incontrano Sabrina Efionayi, autrice del romanzo “Addio a domani”. Il confronto è in programma lunedì 19 Febbraio, dalle 9.30, presso il Polo Giovani di Avellino. Il progetto Einaudi Amico Libro 2023/24 arricchisce da quest’anno l’offerta formativa del liceo “P.E. Imbriani” di Avellino, coinvolgendo docenti e studenti di ben 12 classi dell’Istituto, distribuite in tutti gli indirizzi di studio: Linguistico, Musicale, Scientifico tradizionale, Scientifico tradizionale con ampliamento della Comunicazione e Scientifico opzione Scienze applicate, dalla classe prima alla quinta. Il progetto proposto dalla referente Prof.ssa Anna Garritano e accolto dal Dirigente Scolastico Prof. Sergio Siciliano e dai docenti del Dipartimento di Lettere risponde all’esigenza di favorire l’amore per la lettura tra i giovani.

Di qui la scelta di un romanzo come “Addio, a domani” di Sabrina Efionayi, un caso
letterario, perché tocca argomenti dolorosi e complessi, con la sincerità e la potenza di chi ha vissuto in prima persona determinate esperienze e vuole indicare a sé stessa e agli altri una strada per superarle. Un libro che rende i suoi lettori persone migliori, perché sensibilizza a temi come il razzismo, il bullismo, lo sfruttamento della prostituzione, ma con una delicatezza rara; ne scaturisce così un messaggio di speranza e di riscatto, che fa breccia nelle menti e nei cuori delle giovani generazioni. Il liceo “P.E. Imbriani” di Avellino, infatti, è da sempre impegnato in percorsi di formazione significativi e innovativi, che mettono al centro dell’azione educativo-didattica le studentesse e gli studenti e il progetto Amico Libro è una tessera che si inserisce nel mosaico dell’offerta formativa dell’Istituto che spazia da Libriamoci alle avanguardie educative come il Debate, alla Curvatura biomedica e ai campionati della Lingua Italiana e delle Lingue Straniere, ma anche della Chimica, della Matematica, della Fisica, della Filosofia; insomma un’offerta formativa così ampia grazie alla capacità della Dirigenza e dei docenti di rispondere alle esigenze dell’utenza.