Questa sera lo spettacolo dei Bottari di Macerata Campania

0
656

Botti, tini e falci percosse armonicamente, dando vita a poliritmie che richiamano le origini contadine della comunità. E’ lo spettacolo dei Bottari di Macerata Campania, di scena questa sera nello spazio della Dogana. Uno spettacolo che si carica di un valore forte, per lo spazio scelto come cornice del concerto, a ribadire la volontà di fare di quella piazza, finalmente liberata dalle transenne, il cuore della città, in attesa che prenda vita il progetto di recupero del monumento della Dogana. Uno spettacolo, quello dei Bottari, nato quando era un rione di Capua antica e che è diventato il tassello più rappresentativo della festa dedicata a Sant’Antonio Abate, la cui origine secondo la tradizione orale risale al XIII secolo. L’originalità legata ai Bottari di Macerata Campania e alla Pastellessa è dovuta alla tipologia di strumenti musicali utilizzati: botti, tini e falci, arnesi di uso contadino che assumono una nuova veste di natura musicale. Il risultato è straordinario. Sonorità, ritmi spingono tutti a ballare e cantare. Diversi i generi e le culture musicali toccate: dalla tarantella alla musica africana fino al ritmo brasiliano dei tamburi caratteristico del carnevale di Salvador de Bahia. Domani, invece, primo appuntamento con la tradizione del palio. Si comincia alle 19 al Corso Umberto I con “C ’era una volta” nel segno dei giochi antichi e dello Spettacolo di Falconeria dei D. M. di Lavello. A prendere forma un viaggio nel passato con giochi interamente fatti a mano riutilizzando piccoli e grandi oggetti di uso quotidiano per divertirsi tutti sfidandosi in gare di precisione a suon di tappi e lattine; e ancora, tiro alla fune e corsa coi sacchi fino ai giochi d’acqua con la fionda gigante e tanto altro ancora, come i Laboratori allestiti per l’occasione dalle associazioni del Villaggio Solidale. E in compagnia degli Arcieri Irpini tutti potranno cimentarsi nel tiro con l’arco, in attesa della sfida delle contrade che vedrà protagonisti l’11 Agosto gli Arcieri del Palio. I piccoli partecipanti potranno ritirare domani la Card pass allo Stand preposto presso la Chiesa “S. Maria R. di Costantinopoli” in Corso Umberto I. E sempre domani, alle 18.30, presso la Fontana di Bellerofonte in Corso Umberto I appuntamento anche con il primo itinerario delle Visite Guidate del Palio “Le vie della Religio”, a cura di Lina Vella