Raccordo di Avellino, via al cantiere per l’installazione delle barriere spartitraffico

0
320

Lungo il Raccordo Autostradale 2 “di Avellino” è in corso l’installazione della segnaletica verticale propedeutica all’attivazione del restringimento della carreggiata, necessaria per l’esecuzione dei lavori di installazione delle nuove barriere NDBA (National Dynamic Barrier Anas).

Le attività hanno preso il via già da ieri – nel rispetto di quanto comunicato in precedenza e di quanto condiviso con il Territorio – in corrispondenza del km 14,000 (Montoro Sud), in direzione di Salerno; nel contempo è già stata ultimata la realizzazione del “campo base” del cantiere presso un’area attigua allo svincolo di Fisciano.

Nei prossimi giorni si procederà altresì alla realizzazione della segnaletica orizzontale ed alla successiva installazione dei new-jersey per la concreta attivazione del restringimento (Fase 1) a partire dalla prossima settimana.

L’intervento – per un investimento complessivo di oltre 10 milioni di euro – è infatti suddiviso in due differenti appalti, che prevedono l’esecuzione dei lavori prima tra il km 14,000 ed il km 8,135 (cioè tra Montoro e Fisciano, in direzione Salerno) e poi dal km 14,000 al km 20,000 (tra Montoro e Solofra).

Nel dettaglio, nella Fase I, la cui durata è fissata in 9 mesi, si procederà alla rimozione delle barriere spartitraffico esistenti, alla preparazione del piano di posa per le nuove barriere ed alla successiva installazione.

Nella Fase II, poi, la cui durata è fissata in 3 mesi, si procederà, in maniera alternata, alla chiusura delle carreggiate (per tratti della lunghezza massima di 800 metri) per procedere alla pulizia dei fossi di guardia esistenti, allo scavo ed al rifacimento della relativa pavimentazione stradale e segnaletica.

Le lavorazioni, inoltre, prevedono interventi di potenziamento del sistema di smaltimento delle acque di piattaforma.

L’esecuzione dell’ intervento è in fase di progettazione anche lungo l’ultima tratta della infrastruttura autostradale compresa tra Serino ed Atripalda, per un investimento complessivo di oltre 6,5 milioni di euro.

Anas, società del Polo infrastrutture del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.

Nel dettaglio, nella Fase I, la cui durata è fissata in 9 mesi, verranno attivati (per tratti della lunghezza massima di 800 metri) restringimenti di entrambe le carreggiate, al fine di poter eseguire in sicurezza le opere che interessano l’area dello spartitraffico; nello specifico si procederà alla rimozione delle barriere spartitraffico esistenti, alla preparazione del piano di posa per le nuove barriere ed alla successiva installazione.

 

Successivamente, nella Fase II, la cui durata è fissata in 3 mesi, si procederà, alternativamente, alla chiusura delle carreggiate (per tratti della lunghezza massima di 800 metri) per procedere alla pulizia dei fossi di guardia esistenti, allo scavo ed al rifacimento della relativa pavimentazione stradale e segnaletica.

Le lavorazioni, inoltre, prevedono interventi di potenziamento del sistema di smaltimento delle acque di piattaforma.

In fase di progettazione, infine, l’esecuzione del medesimo intervento lungo l’ultima tratta della infrastruttura autostradale compresa tra Serino ed Atripalda, per un investimento complessivo di oltre 6,5 milioni di euro.