Riapre il Partenio nel segno di Nomadland. Pagnotta e Zia Lidia: un piccolo passo verso la normalità

0
323

Un segnale di ripartenza per la città. Una riapertura che ha il sapore della speranza, di una ritrovata condivisione, anche se nel rigoroso rispetto delle norme di sicurezza. Domenica 9 maggio il Cinema Partenio di Avellino riapre, inaugurando la Sala Grande, alle 19.30, con il film che ha trionfato alla notte degli Oscar “Nomadland” di Chloé Zhao vincitore di tre Premi Oscar per Miglior Film, Miglior Regia e Migliore attrice protagonista per Frances McDormand. Un viaggio alla scoperta dell’altra America raccontata attraversando paesaggi umani e abitando spazi aperti.  La scommessa, promossa in collaborazione con lo Zia Lidia, è quella di restituire il cinema alla città attraverso una programmazione di aperture domenicali. Lo sottolinea Michela Mancusi dello Zia Lidia: “Siamo convinti che sia necessario ripartire con prudenza, nella speranza che la Campania resti gialla e che la curva dei contagi non risalga. Ma è certamente un segnale di fiducia nel futuro che si riaprano le porte del Partenio, uno spazio che punta a diventare un autentico salotto cittadino, dopo gli interventi effettuati. E’ bello anche che si parte con un film come ‘Nomadland’ che si carica di un significato profondo, celebrazione della libertà in tempi in cui ci è mancata tanto. L’idea è quella di proporre ogni domenica un film, recuperando anche pellicole della programmazione passata. Sono convinta che ci sia tanta voglia di cinema”. “Finalmente tenteremo di riaprire – afferma Raffaele Pagnotta, proprietario dello storico “Cinema Teatro Partenio” – la nostra speranza, ovviamente, è di tornare alla normalità nel minor tempo possibile. Non è la riapertura che ci aspettavamo ma è un primo passo. Sarà possibile accedere in sala previo prenotazione. Tutto nel massimo rispetto delle norme anti-Covid”.  “L’evento che avrà luogo domenica sarà singolo. Ogni settimana avremo una nuova visione sul grande schermo. Dopo tanto tempo, non vediamo l’ora di mostrare la nuova struttura”. Sarà necessario prenotarsi