“Ridateci il campo Coni”, la lettera di alcuni sportivi all’amministrazione

0
599

“Dopo l’inaugurazione del “nuovo” Campo Coni di Avellino con la presenza del Presidente della Regione Campania De Luca ed il Sindaco Festa, sembrava chiudersi una parentesi buia per il capoluogo irpino. Così non è stato. Ad un mese dalla sterile e infruttuosa inaugurazione, la città continua a non aver alcuno spazio verde per permettere ai propri cittadini di praticare un po’ di sana attività sportiva, costringendoli ad andare a praticarla al di fuori della città (la prima pista di atletica leggera vicina è a Salerno). Oltre alla mancata riapertura del Coni, in città è impossibile accedere al verde del Parco Santo Spirito, anch’esso chiuso per lavori, così molti appassionati si ritrovano obbligati a correre per le vie del centro mettendo a repentaglio la propria sicurezza come testimoniano i recenti incidenti pedonali ed esponendosi a tutto l’inquinamento dei veicoli di una città certamente non green. Ci si chiede come sia possibile per l’amministrazione attuale non far nulla per ridare nell’immediato alla città uno spazio come il Campo Coni, o come il Parco Santo Spirito, utile non solo agli appassionati di jogging e atletica leggera irpina, ma soprattutto ai tanti giovani che debbono prepararsi alle prove fisiche per entrare nelle Forze Armate e Polizia, spesso unica soluzione ad una dilagante disoccupazione in Provincia e in Regione”.

Vincenzo Teta, a nome di un gruppo di giovani sportivi di Avellino.