Rimozione ordigno bellico, un terzo della città costretto ad evacuare

0
731

Un terzo della città si trova costretta ad evacuare. Non ancora ufficiale la data in cui avverrà la rimozione dell’ordigno rinvenuto nei pressi del ponte della Ferriera agli inizi del mese scorso.

Saranno all’incirca 15mila le persone che dovranno lasciare le proprie abitazioni, in particolare si tratta dei residenti a rione San Tommaso, rione Mazzini, contrada Quattrograne, parte del centro storico da Via Cascino per arrivare alla zona del Comune, una zona di Corso Vittorio Emanuele e Corso Europa, quindi Piazza Libertà, Piazza Garibaldi, Piazza Castello.