Rissa dopo la partita, daspo per quattro tifosi dell’Avellino

0
424

Allo scopo di prevenire la reiterazione di episodi di violenza in occasione di manifestazioni
sportive il Questore di Avellino, a seguito di attività istruttoria svolta da personale della Divisione Anticrimine, ha adottato i seguenti provvedimenti di divieto di accesso ai luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive nei confronti di ff. 4 tifosi dell’U.S. Avellino:

O.G., di anni 49, D.A.SPO. per anni 3;
L.R., di anni 36, D.A.SPO. per anni 3;
B.L., di anni 25, D.A.SPO. per anni 3;
I.N., di anni 24, D.A.SPO. per anni 3 e mesi 6.

L’adozione dei provvedimenti di prevenzione scaturisce da una rissa provocata dai 4 tifosi
irpini con circa 12/13 tifosi reggini in zona Pianodardine, al termine della partita Avellino/Reggina. I tifosi irpini, a bordo della propria autovettura, alle ore 17,30 circa del 27 u.s., si appostarono nei pressi di un’area di rifornimento, al fine di provocare e/o tendere un agguato nei confronti dei tifosi reggini che a bordo dei propri veicoli facevano rientro al termine della partita. Numerosi veicoli sfilarono senza raccogliere la provocazione, ma poi circa 12/13 tifosi reggini si fermarono e, scesi dai loro veicoli, si avventarono contro i quattro tifosi irpini dando origine a una rissa, nel corso della quale i tifosi irpini ebbero la peggio e la loro auto fu gravemente danneggiata con diffuse ammaccature sul cofano, rottura del parabrezza anteriore e dei finestrini laterali e dello specchietto lato destro. La rissa durò pochi secondi, dopodiché i tifosi reggini si allontanarono rapidamente facendo perdere le proprie tracce.