Roma il giorno dopo: De Luca rilancia la protesta al Sannazzaro con il mondo della cultura

0
467

Roma, il giorno dopo la manifestazione ad altissima tensione (lo scontro verbale tra il governatore della Campania e un funzionario di Polizia, l’altrettanto duro scontro verbale a distanza tra De Luca e la premier Meloni, la ridda di polemiche e di annunci di querele che ne è seguita), la protesta si è spostata oggi al Teatro Sannazzaro di Napoli.

Il blocco dei fondi Fsc e del fondo complementare, ha ribadito il presidente della giunta regionale ormai senza voce, mette a rischio tutto il settore cultura e spettacoli, anche kermesse di rilievo internazionale come il Giffoni Film Festival. La manifestazione di stamattina si è aperta con “Bella ciao”, già eseguita da sindaci e associazioni ieri in corteo a Roma, che da ogni parte della Campania hanno raggiunto la capitale per manifestare contro il disegno di Autonomia differenziata e per ottenere lo sblocco dei fondi.

Anche al teatro Sannazzaro di Napoli una platea stracolma di esponenti del mondo culturale, delle associazioni, oltre a scolaresche di diversi istituti napoletani.