Sagra della castagna di Montella, buona la prima. Il 3 novembre si presenta il Consorzio di tutela

0
681

Buona la prima per la 38° edizione della Festa della Castagna di Montella IGP, organizzata dal Comune di Montella e patrocinata dalla Provincia di Avellino e dalla Regione Campania. Ieri il taglio del nastro della kermesse che fino al sei novembre celebrerà la regina d’autunno. La scommessa è quella di offrire un vero viaggio alla scoperta delle eccellenze dell’Irpinia con momenti di incontro, laboratori, convegni e degustazioni. Oltre 100 gli standisti presenti con grande attenzione ai convegni dedicati in particolare all’enogastronomia, come strumento di sviluppo economico e sociale. Una vetrina dedicata all’arte, la storia e le tradizioni locali trasformando il centro altirpino in una food valley, in cui ammirare le bellezze irpine e conoscere, da vicino, sapori e storie.
“Le strutture ricettive sono sold out, grande la partecipazione di visitatori da tutto il centro-sud – sottolinea il sindaco di Montella Rino Buonopane – Abbiamo messo in piedi un cartellone di eventi con un focus particolare sulla Castagna Igp e su tutta l’enogastronomia di Montella, strumenti privilegiati per fare da traino al territorio. In programma anche visite guidate per riscoprire i monumenti simbolo di Montella”.
Proprio la castagna, per secoli collante sociale dell’economia locale, vuole essere ambasciatrice e strumento potente per la promozione e il rilancio delle attività territoriali in questo momento di ripartenza. In questo contesto si inserisce il convegno del 3 novembre, con l’ufficializzazione del Consorzio di Tutela della castagna di Montella IGP insieme al consigliere regionale Maurizio Petracca, l’assessore regionale all’agricoltura Nicola Caputo e il vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola. “La costituzione del Consorzio di Tutela – chiarisce Buonopane – permette di dare importanza alla filiera castanicola del paese, certificando i castagneti della zona affinché venga promosso, anche a livello internazionale, il prodotto castagna di Montella Igp che vede coinvolti anche i comuni di Bagnoli Irpino, Cassano Irpino, Montemarano, Nusco e Volturara Irpina”.
Cultura, natura, enogastronomia saranno i pilastri della Festa Castagna di Montella Igp. A ribadirlo l’assessore alle Politiche Agricole, Emiliano Gambone “Fortunatamente, quest’anno la castagna di Montella Igp presenta una buona produzione, rigorosamene di qualità. Con questa festa vogliamo offrire sapori e sensazioni tipiche dell’autunno, offrendo una vetrina ai produttori e alle attività locali”. Di scena anche musica popolare, show-cooking e laboratori creativi per bambini che accompagneranno fino al 6 novembre il percorso dei visitatori. Oggi protagonisti i ritmi degli Zompa Cardillo alle 14, alle 20 i Boomerang Street Band.