San Gennaro Vesuviano, i giovani, il territorio e il desiderio di sognare

0
348

Nella chiesa dei santi Gioacchino e Anna di San Gennaro Vesuviano, giovedi 23 giugno si è tenuto l’incontro dibattito con i giovani e le eccellenze del suo territorio. Ad ospitare la cerimonia con determinazione e passione, il padrone di casa, don Aniello Nappi, beato di poter ospitare quei giovani, che vivono in controtendenza, credendo negli ideali della vita, tra studio, lavoro, sacrificio e voglia di emergere. Tantissime le personalità presenti e molte le associazioni culturali del territorio che hanno aderito al convegno dibattito. Don Aniello Nappi non solo ha aperto la cerimonia tra saluti e auguri, ma ci ha tenuto a specificare che:‘’La comunità parrocchiale con il cuore pieno di gioia vi grida ad maiora semper’’, in modo particolare rivolto a tutti i giovani presenti. Tra le eccellenze del territorio, Giovanni D’Antonio campione mondiale di Filosofia, che ha parlato del Futuro, della generazione Z. Giovanni D’Antonio, di San Gennaro Vesuviano, è il primo nella storia a vincere per due anni consecutivi il primo posto alle Olimpiadi in Inglese. Sarà uno studente nella prima università del pianeta Harward U.S.A.  Affiancato al dibattito, la presentazione del libro Viraha della giovanissima Marika Vangone.Vincitrice di molti concorsi letterari e per poesia. E’ direttrice di un blog culturale. Ha all’attivo diverse pubblicazioni di racconti e di poesie.Attualmente vive a Padova con il marito e la sua bellissima bambina. Il dibattito convegno è stato organizzato da Elvira Miranda, presidente dell’associazione culturale ‘Per non fermare la mente’. Hanno collaborato: Michela Mortella presidente di Filitalia International chapter di Napoli, Associazione InRosa vice presidente Fiorella Ammaturo, Associazione Artemida presidente Rosita Pepe,Felice Peluso presidente AIDO sez. Nola-Cimitile. Presente e molto vicino ai giovani e da sempre parte attiva del nostro territorio, il senatore Francesco Urraro, componente della Commissione Antimafia. A relazionare del libro Viraha di Marika Vangone, Maria Gabriella Chirri, che ha parlato della distanza che fa sbocciare l’amore. Viraha un vocabolo della lingua Hindi che indica la consapevolezza di amare qualcuno durante un periodo di separazione. La cerimonia è stata trasmessa in diretta streaming con gli Stati Uniti in collegamento con il prof. Pasquale Nestico, fondatore e presidente emerito di Filitalia International e la dott.ssa Paola Buonavitacola presidente Filitalia International. I giovani presenti al dibattito che hanno parlato del loro operato e letto anche alcuni prologhi tratti dal libro Viraha sono stati: Giuseppe Falco laureato in economia e giovane imprenditore, Assunta Auriemma laureanda in Economia Management, Ivana Mensorio laureanda in Teologia, Maria Sole Palma laureanda in Lingue. La cerimonia è stata allieta dall’esecuzione musicale dell’arpista Giuditta Elena e dall’organista e soprano Maria Loreto Di Donna. Presente anche il poeta e musicista Aldo Villa e molti altri ospiti che hanno collaborato alla riuscita del convegno, tra cui: Consiglia Carbone,Carmela Veneziano, Luigia Siano, Autilia Archetti, Imma Ambrosio e Sofia Romano. A coordinare la cerimonia, con la sua grazia ed eleganza, Filomena Carrella, giornalista e scrittrice, da sempre vicino al territorio, ai giovani e alla cultura. Una serata che ha messo un sigillo al desiderio di muoversi, di andare oltre tutte le difficoltà e di sapere che nonostante il postcovid, o la guerra ancora in atto, il desiderio di andare oltre è forte e la cultura fa da motore trascinatore.