San Michele di Serino, riparte la rassegna di street food e street art

0
505

 

Riparte la prima edizione di StArt, rassegna di streetfood e street art a San Michele di Serino. Dopo lo stop deciso dagli organizzatori per il grave lutto che ha colpito la comunità, fissate le nuove date della manifestazione. Venerdì 10 giugno si parte con l’inaugurazione delle opere realizzate dagli artisti nel corso della scorsa settimana. Cinque i murales disseminati nel paese a firma di Carlos Atoche, Mr Thoms, Hoppn, Luis Alberto Alvarez e Luis Cutrone, con la proiezione del video che li ritrae al lavoro. Ospiti della Rassegna anche il giovane pittore locale Giovanni Spagnuolo, poliedrico artista che si diverte sempre a sperimentare nuove tecniche pittoriche, l’Atelier di Sabino Matta di Serino che insieme alla giovane Soraia Cirino terranno un laboratorio d’arte en plein air realizzato da bambini dai 6 ai 10 anni, e che sabato 11 giugno realizzeranno una tela di 3 metri in estemporanea a partire già dal mattino in Piazzetta V. Cotone. E tante altre sorprese in mostra nel paese. Non solo pittura, però nella rassegna. Torna in strada anche il teatro, con la partecipazione dell’attore Nicola Mariconda, con la sua G&D show, compagnia di giovani talenti, che metterà in scena un vero e proprio spettacolo itinerante. Pittura, teatro e naturalmente musicaIl 10 giugno, attesa per il concerto degli Zeketam che presenteranno nel corso della serata il loro ultimo disco, uscito da qualche giorno. Ad affiancarli la tarantella monte maranese di Battista che riempirà le strade del paese. Sabato 10 giugno, chiusura di stile con gli Emian pagan folk, il duo acustic e le voci del Sud.

Ospiti della rassegna saranno anche le attività sportive di Pallavolo e Basket, danza e balli della ASD Passione Latina di Angela Meglio e il parkour dell’associazione CFPA (Cats Flow Parkour Avellino) con spettacoli e tornei a partire già dalle ore 10 di sabato 11 e che andranno avanti fino alle 18, per poi dare spazio in serata agli spettacoli musicali e al cibo da strada.

E di strada sarà che l’enogastronomia. Con la partecipazioni delle attività commerciali del posto, verrà realizzato un vero e proprio percorso alla scoperta di cibi e bevande da strada provenienti dalla cucina italiana e straniera.