Sanpietrino della memoria, Aiello e Cesinali rendono omaggio a chi ha dato la vita per i principi repubblicani

0
461
Una cerimonia per non dimenticare chi ha dato la vita per i principi repubblicani. E’ la manifestazione in programma il 19 febbraio presso l’Ic di Aiello del Sabato con la posa di un sanpietrino della memoria in ricordo di Giuseppe Abignano a Tavernola San Felice e a Raffaele Urciuoli a Cesinali
Chiamato alle armi il 17.11.1942 con il 71° reggimento fanteria. Catturato sul fronte
Croato dai Tedeschi ed internato a Torun-Polonia (stalag XXA), Giuseppe Abignano rientrerà dalla prigionia il 10.10.1945. Morirà presso l’ospedale di Napoli per T.B.C. polmonare contratta durante la prigionia il 1.02.1946.
Chiamato alle armi il 20.05.1940 con il 17°reggimento fanteria Cremona, Urciuoli ha
combattuto presso il fronte alpino-occidentale. In seguito presso il fronte grecoalbanese. Ha combattuto presso Cefalonia, Patrasso, Postumia e a Silandro dove il
9.09.1943 fu catturato dai tedeschi ed internato a Sandbostel in Bassa Sassonia (stalag
XB/Z). Rientrerà dalla prigionia il 23.10.1945
“Onorare la memoria di chi ha sacrificato la propria vita per difendere gli ideali di democrazia, pace, uguaglianza è per i ragazzi e le ragazze di oggi un forte stimolo a conoscere la storia italiana e a non dimenticare” sottolinea la dirigente dell’Ic di Aiello del Sabato Elena Casalino. Saranno presenti i sindaci dei Comuni di Cesinali e Aiello del Sabato