Scioglimento dei Comuni di Monteforte e Quindici, Esperto e Uva (Pd): “Ora servono atti conseguenti”

I due delegati di Irpinia e Sannio in seno all'assemblea nazionale del partito democratico: "Auspichiamo che le forze politiche, a partire dal nostro partito, rafforzino le proprie difese"

0
467

AVELLINO – Scioglimento dei Comuni di Monteforte Irpino e Quindici, preoccupazione e indignazione da parte degli esponenti Pd di Irpinia e Sannio. A dare voce a questi sentimenti sono Gabriele Uva e Antonella Esperto, entrambi componenti dell’assemblea nazionale del Pd, in rappresentanza delle province di Avellino e Benevento.

“La vicenda che ha interessato i comuni di Monteforte e Quindici – dichiarano – provoca sentimenti di viva preoccupazione e indignazione. Lo scioglimento dei due consigli comunali per infiltrazioni criminali deve rafforzare il nostro impegno per la legalità e aprire una profonda riflessione all’interno delle forze politiche e sociali. Dinanzi a fatti così gravi, fermo restando il dovuto garantismo, crediamo che servano atti conseguenti. Auspichiamo che le forze politiche, a partire dal nostro partito, rafforzino le proprie difese. Il nostro impegno e la nostra attenzione nel contrastare tali fenomeni saranno ancor più decisi per riaffermare, in ogni sede, i valori del vivere civile e della nostra Carta costituzionale”.