Scossa di terremoto nei campi Flegrei, torna la paura

0
398

Una scossa di terremoto magnitudo 3.4 è stata registrata poco dopo le 10 nell’area dei Campi Flegrei, seguita da altri fenomeni di intensità minore, l’ultimo alle 10.08. Tre km la profondità.
La scossa è stata distintamente avvertita anche a Napoli, soprattutto nelle aree limitrofe e nei quartieri di Pianura e Fuorigrotta, anche ai piani più bassi degli edifici. Nella zona del cratere numerose le segnalazioni pervenute, anche se al momento non si ha notizia di danni. Sui social in tanti hanno manifestato la loro paura e in alcuni centri urbani, come a Pozzuoli, c’è chi si è riversato in strada.
Uno sciame sismico di minore intensità, sempre con epicentro i Campi Flegrei, era stato registrato anche nella serata di ieri tra le 22.58 e le 23.03 (magnitudo in questo caso 1.3 e 1.7). Intanto, il Comune di Pozzuoli fa sapere che “la scossa è stata avvertita dalla popolazione ma dalle prime verifiche non risulterebbero danni a persone o cose”.

Secondo il vulcanologo Mauro Di Vito, direttore dell’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologi “la scossa si inquadra nella dinamica attuale”, il terremoto di magnitudo 3,4 avvenuto ai Campi Flegrei alle 10.01 di oggi. Rientra cioè nel fenomeno “di sollevamento del suolo che sta continuando, di degassamento da alcune aree, in particolare la solfatara Pisciarelli, e di una sismicità di energia generalmente bassa, con qualche evento più forte, come quello che è avvenuto questa mattina”.