Se la solidarietà passa per l’arte

0
359

 

Fare solidarietà, socialità e cultura. E’ la scommessa lanciata dalla Cgil di Avellino in collaborazione con gli artisti irpini, il mondo della cultura, le amministrazioni locali e le associazioni irpine per sostenere le popolazioni colpite dal sisma nelle Marche e nel Lazio. Lo sottolinea il musicista Antonio Pignatiello, ideatore e direttore artistico della rassegna: «Abbiamo scelto di partire dai luoghi più duramente colpiti dal sisma dell’80, abbiamo voluto che la maratona di solidarietà coinvolgesse le comunità che avevano vissuto sulla propria pelle l’esperienza del terremoto, affiancando a momenti di socialità e spettacolo spazi di riflessione e dibattito. Al tempo stesso abbiamo voluto che ad alternarsi sul palco fossero artisti locali e nazionali. Protagonisti una quindicina di band, scrittori, poeti, che hanno aderito a titolo gratuito per dare un segnale di vicinanza e di solidarietà alle comunità colpite dal terremoto del 24 Agosto. Se la memoria è la spina dorsale della storia la musica, letteratura, l’arte tutta, possono svolgere un ruolo fondamentale per contribuire alla ricostruzione di quelle comunità. Tutti potranno contribuire con una propria donazione. L’offerta sarà libera. I fondi che raccoglieremo con questa iniziativa saranno utilizzati per aiutare attività ed esperienze socio-culturale nei paesi colpiti dal sisma, un modo per dimostrare che con la cultura e la solidarietà si possono dare risposte concrete.  Vogliamo aiutare questi paesi a costruire teatri, scuole e biblioteche. I proventi di ogni serata saranno raccolti e consegnati agli amministratori di Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto. Ai comuni ospitanti abbiamo chiesto un contributo di natura tecnica: la disponibilità di un teatro, polifunzionale o “luogo al coperto”, in modo da garantire lo svolgimento della serata anche in caso di maltempo e un service dotazione standard. Siamo in attesa di una risposta anche dal capoluogo». Ad aderire al progetto i  Comuni di Calitri, Sant’Angelo dei Lombardi, della Pro Loco Banzano di Montoro, di Lacedonia, Bisaccia, Lioni, Teora  con la presenza di artisti come il musicista Pasquale Innarella, Makardia, CantaSocial, Vat Vat Vat, Aralim, Luigi Bellino, Alfonso Nannariello, Davide Tosches, Laura Bertolini e lo stesso Antonio Pignatiello, Si parte sabato 15 ottobre, al centro sociale di Sant’Angelo dei Lombardi, con "Tracce di memoria", il dibattito di apertura con Franco Fiordellisi (CGIL Avellino), Rosa Anna Repole (sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi), Mimmo Giugliano (CGIL), Antonio Pignatiello (direttore artistico). Seguirà un  reading di poesia e musica con Franco Cafazzo, Pasquale Alessio Ciampa, Paolo Speranza (curatori di "Disastri, Risvegli e Reazioni"), Alfonso Nannariello, Claudia Iandolo (curatori di "Voci dalle Crepe"). Quindi spazio allo spettacolo con i Makardìa, gli SS91 di Vallata, i Canta Social di Montefalcione e lo stesso Antonio Pignatiello, sempre più lanciato nel panorama musicale nazionale, con The Irpinia Sessions Band. La maratona di solidarietà della Cgil proseguirà il 22 ottobre alla casa dell’ECA di Calitri, il 29 ottobre al Teatro Comunale di Lacedonia, il 4 novembre al centro sociale di Piano di Montoro, il 5 novembre al castello ducale di Bisaccia, il 6 novembre all’ex fornace di Sant’Andrea di Conza, il 19 novembre al centro Asi di Solofra, il 23 novembre al centro sociale di Lioni, il 26 novembre al centro sociale di Montella.