Sforamenti, Ciampi: “Serve una risposta immediata”

0
294

“Oggi al question time presento alla giunta una mia interrogazione a risposta immediata sugli sforamenti dei valori limite giornalieri Pm10 e Pm 2,5 in provincia di Avellino – Così il consigliere regionale Vincenzo Ciampi – Ricordo che nello scorso fine settimana si sono registrati livelli di concentrazione delle polveri sottili  superiori ai limiti di legge  come certificato anche dall’Arpac. Ricordo che Legambiente  indica Avellino al settimo posto in Italia per sforamenti e primo tra i capoluoghi del Centro Sud. Tra l’altro la rivista the Lancet  colloca Avellino tra le prime 150 città italiane per mortalità legate al Pm 2,5. Il periodo invernale con l’aumento delle emissioni degli impianti di riscaldamento peggiorerà la situazione. Inutile accennare alle inchieste della procura  di Avellino sull’inquinamento della Valle del Sabato a seguito dei dati che  proprio un organismo regionale come l’Istituto Zooprofilattico ha  reso noti sull’incidenza delle malattie dei residenti correlate all’inquinamento. Chiedo quali attività e  quali provvedimenti la Giunta intenda porre in essere in relazione alle rilevanti competenze in materia di controllo e pianificazione integrata finalizzate alla salvaguardia dell’ambiente (come la recente proposta  di aggiornamento del Piano di tutela della qualità dell’aria approvato il 28 settembre scorso)”.